Notizie principali


Elisa Longo Borghini ha vinto le Strade Bianche

Presentazione BePink Cogeas 2017

Megan Guarnier vince il 27° Giro Rosa

A Cittiglio trionfa la campionessa del mondo Elizabeth Armitstead

Presentazione Team Servetto 2016

[Foto] Ciclocross - EKZ CrossTour Meilen

[Foto] Europei 2015 - in linea under 23


Notizie recenti


Valcar - PBM: Marta Cavalli, la caduta e la rinascita

Servetto - Letizia Borghesi in lotta per il successo a Sanremo

Valenciana: BePink Cogeas a segno nella cronometro a squadre

Sfortunato inizio di stagione per la Michela Fanini

Servetto: quattro atlete al via della Setmana ciclista valenciana

Valcar-PBM: ecco le convocate per la Semana Valenciana

Aromitalia - Vaiano: doppio piazzamento in top ten a Montignoso

Presentata la Michela Fanini 2017

Presentato il Team Aromitalia Vaiano Fondriest

Presentazione Trofeo Alfredo Binda e trofeo Da Moreno



Oggi è il compleanno di:


Alexis Ryan
Kamilla Sofie Vallin

9° Trofeo Alfredo Binda – Comune di Cittiglio


6.1.2007


La gara di Cittiglio promossa in classe 1.1
Dal prossimo 1 aprile il trampolino per la Coppa del Mondo


È tempo di maturità per il Trofeo Alfredo Binda, da sempre abbinato e sostenuto dal Comune di Cittiglio. Dopo tanti anni e tante campionesse vincitrici sul traguardo della gara della Sc Caravatese Inda del patron Mario Minervino, la corsa viene promossa a pieni voti dall’Unione Ciclistica Internazionale e sarà l’unica prova femminile italiana a potersi fregiare della classificazione 1.1, vale a dire il grado immediatamente al di sotto delle prove di Coppa del Mondo.

Un ritorno alla grande del ciclismo femminile in Italia che, pur non avendo nel 2007 una prova di Coppa del Mondo su strada, avrà nel Trofeo Alfredo Binda un’ottima occasione, anche dal punto di vista tecnico, per richiamare le migliori ragazze del ranking internazionale dell’Uci e le migliori squadre, abituali frequentatrici della Coppa del Mondo. Il successo nell’ultima edizione della campionessa del mondo 2005, la tedesca Regina Schleicher, di Nicole Cooke nel 2005 e dell’australiana Oenone Wood nel 2004, sono le migliori testimonianze recenti del valore e del prestigio raggiunti negli ultimi anni. L’albo d’oro richiama all’attenzione la vittoria di Morena Tartagni nel 1976, la tripletta della decana Maria Canins (1984 – 1990 – 1992), la doppietta di Fabiana Luperini (1994 – 2000), i successi di Nicole Brandli (2001) e Diana Ziliute (2003). Un appuntamento quello del Trofeo Binda, a cui prenderanno il via anche le rappresentative delle prime cinque federazioni e le prime dieci squadre della speciale classifica stilata dall’Unione Ciclistica Internazionale. Oltre a tutte le formazioni Elite italiane.

Un’organizzazione sinergica con a capo la Società Ciclistica Caravatese Inda, con il Presidente Mario Minervino in qualità di coordinatore generale. Al fianco della formazione di Caravate l’importante patrocinio dell’Amministrazione Comunale di Cittiglio, rappresentata dal Sindaco Giuseppe Galliani sempre vicino al ciclismo femminile. Il Comitato di gestione del Museo dedicato ad Alfredo Binda, con la Signora Lauretta Binda in qualità di presidente onorario. E poi la Comunità Montana della Valcuvia e le Amministrazioni Comunali di Brenta e Casalzuigno, direttamente coinvolte dal passaggio della corsa sullo splendido circuito disegnato attorno a Cittiglio.

La versione internazionale del Trofeo Alfredo Binda si inserisce nell’ambizioso progetto di valorizzazione della Provincia di Varese, ed in particolare del forte e saldo legame tra Varese ed il ciclismo. In proiezione generale sui prossimi Campionati del Mondo su strada del 2008, coordinati dal presidente di Varese 2008, Amedeo Colombo.

Con la macchina organizzativa in pieno movimento per non far mancare davvero nulla alle formazioni professionistiche femminili che raggiungeranno Cittiglio, il patron Mario Minervino non nasconde importanti ambizioni: “Grazie agli sponsor, a tutti i miei collaboratori e ben sostenuti dalla Federazione Ciclistica Italiana, siamo riusciti a mantenere in Italia una prova di livello assoluto su strada, a cui è stata attribuita la classificazione 1.1. L’esperienza maturata in questi anni in competizioni internazionali ci permette di poter considerare l’edizione del prossimo 1 aprile come un ponte ideale per poterci candidare alla presentazione del Trofeo Alfredo Binda come prova italiana di Coppa del Mondo Femminile Elite per il triennio 2008, 2009 e 2010”.

A margine della prova più importante del prossimo 1 aprile, quella riservata alle Elite, è prevista anche la corsa per la categoria Donne Junior, valevole per l’assegnazione del Trofeo Co.Im. Immobiliare di Besozzo, abbinata al Trofeo alla memoria di Albino Binda. Una delle poche occasioni dell’intero calendario per riunire in una giornata rosa sui pedali il presente ed il futuro del ciclismo femminile. Le ragazze Junior godranno così di un palcoscenico di primissimo piano per mettersi in luce. Osservate speciali il prossimo 1 aprile per i talent scout del mondo femminile sui pedali. “Abbiamo sempre sostenuto l’abbinamento della corsa per le Elite con quella per le Junior – puntualizza il Presidente Minervino – proprio per non trascurare alcun aspetto del ciclismo femminile. Anzi, intendiamo valorizzarlo a partire dalla componente giovanile”.

Alberto Rigamonti



Condividi

© 2007 Ciclismo Femminile |