Notizie principali


Elisa Longo Borghini ha vinto le Strade Bianche

Presentazione BePink Cogeas 2017

Megan Guarnier vince il 27° Giro Rosa

A Cittiglio trionfa la campionessa del mondo Elizabeth Armitstead

Presentazione Team Servetto 2016

[Foto] Ciclocross - EKZ CrossTour Meilen

[Foto] Europei 2015 - in linea under 23


Notizie recenti


Valcar - PBM: Marta Cavalli, la caduta e la rinascita

Servetto - Letizia Borghesi in lotta per il successo a Sanremo

Valenciana: BePink Cogeas a segno nella cronometro a squadre

Sfortunato inizio di stagione per la Michela Fanini

Servetto: quattro atlete al via della Setmana ciclista valenciana

Valcar-PBM: ecco le convocate per la Semana Valenciana

Aromitalia - Vaiano: doppio piazzamento in top ten a Montignoso

Presentata la Michela Fanini 2017

Presentato il Team Aromitalia Vaiano Fondriest

Presentazione Trofeo Alfredo Binda e trofeo Da Moreno



Oggi è il compleanno di:


Mirjam Muckenhuber
Loren Rowney

Ancora Stati Uniti a cronometro: Amber Neben è campionessa del mondo


24.9.2008


L'atleta più attesa della prova iridata contro il tempo era americana, quella Kristin Armstrong laureatasi da poco più di un mese campionessa olimpica, ma a brillare è stata un'altra delle atlete stelle e strisce, la californiana Amber Neben. La 34enne ha preceduto l'austriaca Christiane Söder, autrice di un finale tutto in crescendo, ed una ancora in formissima tedesca Judith Arndt.

25.15 i chilometri da affrontare nei dintorni di Varese, un percorso di non facilissima interpretazione con una prima parte in leggera ascesa, un tratto in discesa con un paio di curve tecnica dopo Brinzio, una breve strappetto fino al paesino di Bedero Valcuvia ed infine il tratto conclusivo tutto in leggera discesa fino alle porte di Varese. 43 le atlete al via tra cui le due italiane Anna Zugno, la seconda assoluta a partire, e la giovanissima Elena Berlato: la azzurre termineranno molto lontano in classifica, rispettivamente in 36esima e 37esima posizione. Grande assente la vincitrice di Stoccarda Hanka Kupfernagel, un'assenza giustificata ufficialmente da una condizione non ottimale, anche se pare non abbia gradito molto l'esclusione dalla formazione tedesca della gara in linea.

Il primo tempo di rilievo viene fatto segnare da Tatiana Antoshina, parziale che rimarrà in imbattuto a lungo. La russa aveva messo in mostra una buona condizione al recente Giro di Toscana ma in carriera solo in un paio di occasioni aveva dimostrato di avere buoni doti contro il tempo. La sua notevole prestazione le permetterà di flirtare fino alla fine con il podio: terminerà quarta a neanche due secondi dal bronzo. La prima a riuscire a superare il suo tempo è l'americana Amber Neben, forse la meno quotata, si fa per dire, delle statunitensi a cronometro ma comunque sempre molto competitiva (l'anno scorso scorso giunse quarta). La Neben ha subito fatto segnare un primo intertempo buonissimo per poi mantenere un ottimo ritmo fino al traguardo: terminerà alla ragguardevole velocità media di 44.57 km/h.
Il tempo della Neben viene subito attaccato dalla tedesca Judith Arndt, una delle assolute protagoniste della stagione e fresca vincitrice del Giro di Toscana. La Arndt aveva dichiarato di correre la prova contro il tempo senza particolari ambizioni e di puntare soprattutto alla prova in linea, ma alla fine la sua condizione stellare ha fatto il resto. Terza, medaglia di bronzo come ai mondiali di 11 lontani anni fa, un risultato che va arricchire il palmares di una delle atlete più titolate di tutti i tempi. La più titolata sarà invece al via poco dopo, la ormai 50enne! Jeannie Longo-Ciprelli: abbastanza buona la sua prestazione, tredicesima. Poco prima era partita la medaglia d'argento di Pechino, Emma Pooley: dopo una buona prima parte la britannica non riuscirà a tenere il passo delle migliori terminando in ottava posizione.

Partono le favorite della vigilia ma nessuna riesce più a migliorare il tempo della Neben, ci prova la Thürig ma la sua prestazione sarà solo abbastanza buona, sesta, decisamente sotto le altissime aspettative della vigilia. Parte anche l'austriaca Söder che dopo una prima parte soltanto buona è invece autrice di un finale di cronometro impressionante (lunghissimi i rapporti spinti dall'atleta della Cervelo Lifeforce) che le permetterà di far tremare la Neben e di agguantare un ottimo argento migliorando quindi il terzo posto di Stoccarda.
L'ultima atleta al via è l'olimpionica Kristin Armstrong, già iridata nel 2006. Il grande trionfo di Pechino deve averla prosciugata di quelle forze necessarie per poter rendere in maniera ottimale: il suo tempo nella prima parte del percorso è piuttosto buono. L'americana si mantiene in piena corsa per il podio ma nel finale non eccelle particolarmente e finisce in quinta posizione. Dopo tanta attesa sul gradino più alto del podio virtuale, Amber Neben può finalmente gioire per quell'oro che è sicuramente il risultato più importante della sua carriera.

L'ordine d'arrivo
  1. Amber Neben (USA) 33.51.35 (44.571 km/h)
  2. Christiane Söder (Austria) 0.07.56
  3. Judith Arndt (Germania) 0.21.77
  4. Tatiana Antoshina (Russia) 0.23.39
  5. Kristin Armstrong (USA) 0.25.27
  6. Karin Thürig (Svizzera) 0.29.99
  7. Susanne Ljungskog (Svezia) 0.57.38
  8. Emma Pooley (Gran Bretagna) 0.57.52
  9. Charlotte Becker (Germania) 1.03.32
  10. Linda Villumsen (Danimarca) 1.05.43

Galleria fotografica







Condividi

© 2007 Ciclismo Femminile |