Notizie principali


Elisa Longo Borghini ha vinto le Strade Bianche

Presentazione BePink Cogeas 2017

Megan Guarnier vince il 27° Giro Rosa

A Cittiglio trionfa la campionessa del mondo Elizabeth Armitstead

Presentazione Team Servetto 2016

[Foto] Ciclocross - EKZ CrossTour Meilen

[Foto] Europei 2015 - in linea under 23


Notizie recenti


Valcar - PBM: Marta Cavalli, la caduta e la rinascita

Servetto - Letizia Borghesi in lotta per il successo a Sanremo

Valenciana: BePink Cogeas a segno nella cronometro a squadre

Sfortunato inizio di stagione per la Michela Fanini

Servetto: quattro atlete al via della Setmana ciclista valenciana

Valcar-PBM: ecco le convocate per la Semana Valenciana

Aromitalia - Vaiano: doppio piazzamento in top ten a Montignoso

Presentata la Michela Fanini 2017

Presentato il Team Aromitalia Vaiano Fondriest

Presentazione Trofeo Alfredo Binda e trofeo Da Moreno



Oggi è il compleanno di:


Sanne Bamelis
Nathalie Cadol
Séverine Eraud
Melissa Hoskins
Spela Kern
Nadejda Vlasova

Il Giro Rosa #giallofluo


30.6.2013


La soddisfazione di esserci, l'impegno di onorare al massimo la corsa, una tappa come obiettivo e una maglia come sogno. La Cipollini – Giordana – Galassia pronta all'appuntamento più importante della stagione.

“Siamo molto felici di partecipare, anche quest'anno, al Giro Rosa. Questa è una corsa che ha un fascino tutto particolare. Sono sicura che le ragazze la onoreranno al meglio”: il Presidente della Cipollini – Giordana – Galassia Alessia Piccolo ribadisce l'importanza che la gara si svolga, superando le tante difficoltà che l'hanno messa a rischio, e che la carovana rosa torni ad attraversare le strade del Bel Paese.

“Cercheremo di fare in modo che il #giallofluo sia sempre in evidenza” - rilancia il Direttore Sportivo del team Luisiana Pegoraro - “Si corre in Italia e questo ci dà una marcia in più, inoltre la corsa rosa ha un fascino particolare. A differenza dell'anno scorso, il Giro arriva in un momento per noi molto buono: siamo in forma, come abbiamo dimostrato nelle ultime corse, e siamo pronte ad affrontare questo Giro, sia dal punto di vista atletico che psicologico. Saremo protagoniste, questo lo posso garantire; spero che ci porti anche a conquistare buoni risultati”. Nel mirino c'è quel successo di tappa che è mancato lo scorso anno. “Proviamo a centrare l'obiettivo stavolta: una vittoria al Giro d'Italia per noi sarebbe davvero tantissimo. Faremo di tutto per conquistarla e guarderemo anche alla classifica, perchè non bisogna porsi limiti”.

La Cipollini – Giordana – Galassia si affida a Tatiana Guderzo, Tatiana Antoshina, Malgorzata Jasinska, Sari Saarelainen, Valentina Carretta, Marta Tagliaferro, Valentina Scandolara e Sara Grifi: a loro il compito di tingere quanto più possibile la corsa rosa di #giallofluo.

L'avventura targata Giro Rosa 2013 le porterà, insieme alle migliori cicliste del panorama internazionale, ad attraversare sette regioni italiane, percorrendo quasi 800km. In otto giorni le ragazze risaliranno la penisola da Sud verso Nord. La 24° edizione del Giro Rosa partirà domenica 30 giugno, dalla Puglia, con una frazione, Giovinazzo – Margherita di Savoia 117,8km, adatta alle velociste. Possibilità per le sprinter anche nella seconda tappa, con partenza ed arrivo a Pontecagnano Faiano, anche se i due GPM lungo il percorso potrebbero scompaginare le carte. Si passa poi in Molise per la terza tappa: anche in questo caso sede di partenza ed arrivo coincidono. Quartier generale a Cerro al Volturno, con traguardo al termine di una ascesa piuttosto complicata. Giro di boa con la frazione più lunga dell'edizione 2013: i 137,2 km da Monte San Vito a Castelfidardo cui guardano con grande interesse le attaccanti, perchè qui una fuga da lontano potrebbe davvero premiare, ed anche il DS #giallofluo non nasconde di aver cerchiato in rosso questa data. Dopo la fatica sui pedali le ragazze sono attese da un lungo trasferimento: il giorno successivo si riparte infatti dalla Liguria e non certo per una giornata di transizione. Da affrontare ci sono “solo” 73,3km, ma il percorso è tanto breve quanto duro, con un finale “temibile”: 14km con pendenze in molti tratti superiori al 10%. La classifica potrebbe stravolgersi, qui così come nell'ascesa conclusiva della tappa successiva, Terme di Premia – San Domenico. Il percorso torna a farsi pianeggiante per il finale di gara: il circuito di Corbetta regalerà probabilmente un'altra occasione alle velociste, prima del gran finale, il 7 luglio, a Cremona, con la crono individuale di 16km, che le #giallofluo Tatiana Guderzo e Tatiana Antoshina correranno con la maglia di campionessa nazionale, italiana e russa.

Uff. Stampa Cipollini - Giordana - Galassia Women Team


Condividi

© 2007 Ciclismo Femminile |