Notizie principali


Elisa Longo Borghini ha vinto le Strade Bianche

Presentazione BePink Cogeas 2017

Megan Guarnier vince il 27° Giro Rosa

A Cittiglio trionfa la campionessa del mondo Elizabeth Armitstead

Presentazione Team Servetto 2016

[Foto] Ciclocross - EKZ CrossTour Meilen

[Foto] Europei 2015 - in linea under 23


Notizie recenti


Valcar - PBM: Marta Cavalli, la caduta e la rinascita

Servetto - Letizia Borghesi in lotta per il successo a Sanremo

Valenciana: BePink Cogeas a segno nella cronometro a squadre

Sfortunato inizio di stagione per la Michela Fanini

Servetto: quattro atlete al via della Setmana ciclista valenciana

Valcar-PBM: ecco le convocate per la Semana Valenciana

Aromitalia - Vaiano: doppio piazzamento in top ten a Montignoso

Presentata la Michela Fanini 2017

Presentato il Team Aromitalia Vaiano Fondriest

Presentazione Trofeo Alfredo Binda e trofeo Da Moreno



Oggi è il compleanno di:


Jessenia Meneses
Céline Ondet
Anna Potokina
Daiva Tuslaite
Aranza Valentina Villalon Sanchez

La Gauss RDZ Ormu Unico1 insegue il "sogno", dopo quattro tappe la Kapusta al 2° posto


5.7.2011


Continua, al Giro femminile il momento positivo della Gauss RDZ Ormu Unico1. Dopo quattro tappe, nel sacco del sodalizio bresciano spiccano due maglie verdi, una bianca e un’azzurra, indossate sul palco nella prima e seconda tappa da spigliata Scandolara. Inoltre, fanno sicuramente onore a team le terze, quarte, ottave, none e undicesime piazze conquistate in queste prime puntate da più pedine. A piazzarsi, in questo infuocato Girodonne 2011, ci hanno pensato la campionessa francese Ferrier, le russe Antoshina e Martisova, l’azzurra Scandolara, e la polacca Kapusta, che dalla terza tappa, la Potenza Picenza-Fermo di 104,3 km, vinta nettamente dall’olandese Marianne Vos, viaggia al secondo posto della generale, distaccata di soli 8” dalla stessa Vos in Rosa. La classifica non è cambiata dopo la breve ma intensa quarta tappa, la Forli - Forlimpopoli di 74 km., che ha fatto registrare il successo, con arrivo a ranghi compatti, della velocista più vincente d’ogni tempo, la tedesca Ina Yoko Teutenberg.

La squadra del presidente Castelli che corre all’attacco e domina le fughe ha suscitato anche l’interesse della Rai, che durante i propri servizi ha più volte menzionato il sodalizio con tante d’interviste e primi piani. Mentre le varie scalatrici si concentrano in vista delle tappe cruciali, le velociste si stanno preparando per un’altra occasione adatta a loro, domani da Altedo (Bo) al centro di Verona, sede dei mondiali 1999 e 2004 arriverà la quinta delle dieci puntate previste, si tratta della più lunga tappa del Giro che misurerà 129 km.

Il Giro avanza, nel frattempo la baby Susanna Zorzi ha terminato con successo la maratona degli esami di maturità e mentre riflette quali studi universitari da intraprendere si è recata a Livigno con la nazionale azzurra in prossimità dei Campionati Europei Under 23. Le convocazioni ufficiali per la prestigiosa maglia saranno annunciate entro breve.

Non ha potuto coronare il sogno e ascoltare l’inno di Mameli sul gradino più alto del podio dei campionati Italiani su strada a Povegliano Sara Coffinardi, fortissima allieva, gioiellino della bresciana Carrera Gauss Unico1. Ostacolata da una caduta nel finale, è riuscita piazzarsi comunque all’ottavo posto, ma il rammarico, oltre la consapevolezza di aver potuto conquistare il sognato tricolore, resta: “Tutto si è svolto come nei pronostici, sul traguardo si stavano presentando una venticinquina, le migliori, selezionate dalla parte più impegnativa del tracciato. Purtroppo un’inaspettata caduta nel finale ha impedito a Sara di esprimersi come avrebbe potuto. Pazienza” ci ha confidato con un po’ di amarezza il ds Zeno Mombelli

Ufficio Stampa - Edita Pucinskaite



Condividi

© 2007 Ciclismo Femminile |