Notizie principali


Elisa Longo Borghini ha vinto le Strade Bianche

Presentazione BePink Cogeas 2017

Megan Guarnier vince il 27° Giro Rosa

A Cittiglio trionfa la campionessa del mondo Elizabeth Armitstead

Presentazione Team Servetto 2016

[Foto] Ciclocross - EKZ CrossTour Meilen

[Foto] Europei 2015 - in linea under 23


Notizie recenti


Valcar - PBM: Marta Cavalli, la caduta e la rinascita

Servetto - Letizia Borghesi in lotta per il successo a Sanremo

Valenciana: BePink Cogeas a segno nella cronometro a squadre

Sfortunato inizio di stagione per la Michela Fanini

Servetto: quattro atlete al via della Setmana ciclista valenciana

Valcar-PBM: ecco le convocate per la Semana Valenciana

Aromitalia - Vaiano: doppio piazzamento in top ten a Montignoso

Presentata la Michela Fanini 2017

Presentato il Team Aromitalia Vaiano Fondriest

Presentazione Trofeo Alfredo Binda e trofeo Da Moreno



Oggi è il compleanno di:


Mirjam Muckenhuber
Loren Rowney

Gauss: buone prestazioni al Giro del Trentino. Settimana ad alta tensione: caccia a quattro titoli nazionali


21.6.2011


Gaussine: terza Coffinardi


Non troppo distanti, sempre presenti, motivate. Hanno corso così le guerriere della Gauss RDZ Ormu Unico1 alla tre giorni del 18° Giro del Trentino Alto Adige conclusosi domenica 19 giugno con il trionfo della fuoriclasse tedesca Judith Arndt della HTC Highroad. Breve ma impegnativa la corsa Trentina, inserita nel calendario Uci nella massima categoria 2.1 ha preceduto la settimana tricolore e tutti i campionati nazionali esteri.

Nella prima tappa, la Mattarello-Arco, stravinta con una volata a ranghi compatti da un mostro sacro degli sprinter, la tedesca Ina Yoko Teutenberg, ottimi piazzamenti per l’ esperta Martisova giunta al quinto posto e per una sempre più brillante Scandolara classificatasi al 7°. Nella seconda frazione la Mattarello-Termon, più selettiva e decisiva per la classifica generale del Giro, si è messa in evidenza una buona Kapusta, 14° a 1’51” dalla la trionfatrice l’ex iridata Judith Arndt. Piazzamento questo che l’è valso il 13° posto nella classifica finale. Infine sul traguardo dell’’ultima frazione, la Castel Thun-Cles dove si è imposta la plurivincente svedese Emma Johansson, si sono presentate nel drappello delle migliori ventinove addirittura tre portacolori del team bresciano: ottava Kapusta, nona l’ emergente azzurrina Zorzi, undicesima la spigliata Scandolara.

Ma non c’è tempo per tirare le somme, le straniere sono già in volo verso le loro abitazioni natali, concentrate per i Campionati Nazionali su Strada e Crono, le italiane si stanno preparando per recarsi in Sicilia dove giovedì 23 giugno verrà assegnata la prestigiosa maglia tricolore. Settimana questa da vivere con il fiato sospeso: le pedine del presidente Luigi Castelli parteciperanno a quattro Campionati nazionali: in Francia con la Christel Ferrier Bruneu e Aurore Verhoven, in Polonia con la Sylwia Kapusta, in Russia con Tatiana Antoshina, Julia Martisova, Elena Kuchinskaya, in Italia con Alessandra Borchi, Luisa Tamanini, Lorena Foresi, Susanna Zorzi e Valentina Scandolara. I presupposti per sperare bene ci sono tutti.

Non deludono mai le piccole bresciane della Carrera Gauss Unico1, la sempre brava Sara Coffinardi, se non vice, difficilmente scende dal podio. È accaduto anche a Gorla Minore, dove al termine di una corsa dura, ha piazzato al terzo posto il suo team. “molto bene anche la Signorini, decima al traguardo, pure le nostre esordienti, anche se è mancato il risultato finale, hanno corso bene e sono in continua crescita”afferma ds Zeno Mombelli.

Ufficio Stampa - Edita Pucinskaite


Condividi

© 2007 Ciclismo Femminile |