Notizie principali


Elisa Longo Borghini ha vinto le Strade Bianche

Presentazione BePink Cogeas 2017

Megan Guarnier vince il 27° Giro Rosa

A Cittiglio trionfa la campionessa del mondo Elizabeth Armitstead

Presentazione Team Servetto 2016

[Foto] Ciclocross - EKZ CrossTour Meilen

[Foto] Europei 2015 - in linea under 23


Notizie recenti


Valcar - PBM: Marta Cavalli, la caduta e la rinascita

Servetto - Letizia Borghesi in lotta per il successo a Sanremo

Valenciana: BePink Cogeas a segno nella cronometro a squadre

Sfortunato inizio di stagione per la Michela Fanini

Servetto: quattro atlete al via della Setmana ciclista valenciana

Valcar-PBM: ecco le convocate per la Semana Valenciana

Aromitalia - Vaiano: doppio piazzamento in top ten a Montignoso

Presentata la Michela Fanini 2017

Presentato il Team Aromitalia Vaiano Fondriest

Presentazione Trofeo Alfredo Binda e trofeo Da Moreno



Oggi è il compleanno di:


Kaat Hannes
Vita Heine
Dani King
Lauren Kitchen
Johanna Nilsson
Denise Ramsden
Nicky Zijlaard

Pucinskaite conquista il Trentino. Vincono anche Vos e Cooke


25.6.2007


Una brillante Edita Pucinskaite si aggiudica con autorevolezza la quattordicesima edizione del Giro del Trentino, e lo fa sul suo terreno prediletto, la salita, questa componente ahimè sempre più rara nel ciclismo femminile. Nicole Cooke conquista per il secondo anno la Grande Boucle mentre Marianne Vos va ancora a segno in Olanda.

Giunto ormai alla quattordicesima edizione, anche quest'anno il Giro del Trentino vede al via un gruppo di atlete di notevole spessore. Grazie ad un tracciato da sempre decisamente montagnoso, questa corsa negli anni si è consacrata come una sorta di festival per le scalatrici. Nell'albo d'oro della manifestazione spiccano le cinque vittorie finali ed i quattro podi minori della toscana Fabiana Luperini, atleta anche quest'anno additata come una delle possibili vincitrici. Il posizionamento nel calendario a ridosso del Giro d'Italia pone inoltre la manifestazione come un importante banco di prova per alcune atlete in vista della corsa rosa, ed in quest'ottica pensiamo soprattutto alla maglia rosa uscente Edita Pucinskaite, a Fabiana Luperini, a Nicole Brändli ed a Svetlana Boubnenkova. Quest'ultima tra le citate è la ciclista che meno si è messa in mostra durante la corrente stagione: condizione non eccellente o mirata pianificazione per il Giro d'Italia? Ricordiamo che durante le due passate stagioni la russa, dopo una primavera a dir poco spumeggiante, era arrivata all'appuntamento con la massima gara a tappe italiane forse senza la giusta brillantezza ed esprimendosi di conseguenza un po' sotto le aspettative.

La prima impegnativa frazione ha subito portato alla ribalta alcune delle attese protagoniste di questo breve giro a tappe. A rompere gli indugi ci ha subito pensato proprio la vincitrice delle ultime due edizioni Svetlana Boubnenkova, atleta che quando è sorretta dalla condizione conosce un'unica tattica: tirare come una forsennata a testa bassa con lo scopo di far crollare le avversarie. L'azione della russa lungo il primo passaggio su Drena in effetti sfoltisce notevolmente il gruppo e le uniche in grado di seguire la sua andatura elevata saranno Nicole Brändli, Claudia Häusler, Trixi Worrack, Edita Pucinskaite, Fabiana Luperini ed un po' a sorpresa la brasiliana Rosane Kirch. Il ritmo rimane elevato e presto soccomberanno dapprima Rosane Kirch ed in seguito la giovane campionessa tedesca Claudia Häusler. Sembra di rivivere in parte il medesimo copione dell'anno scorso, quando proprio su questo stesso percorso la "Bouba" aveva annientato una ad una tutte le rivali per poi imporsi in solitaria ed ipotecare il Trentino. Sull'erta finale prende però l'iniziativa Edita Pucinskaite a cui riesce ad accodarsi la sola Fabiana Luperini. Questo duo di eccezionali scalatrici si invola così indisturbato verso il traguardo di Drena dove la Pucinskaite riesce ad avere la meglio sulla Luperini. Con 47 secondi di ritardo giungono nell'ordine Trixi Worrack e l'animatrice di buona parte di tappa Svetlana Boubnenkova. Da notare l'ottima prova d'insieme della formazione tedesca Equipe Nürnberger, in grado di portare ben quattro atlete nelle prime sei posizioni della classifica.


La seconda ed ultima tappa, Roveré della Luna - Faedo Pineta di 91.5 km, ha proposto una prima parte di tracciato prevalentemente pianeggiante e su questo terreno sono state otto le atlete a tentare la fuga da lontano: Noemi Cantele, Andrea Knecht, Sigrid Corneo, Vera Carrara, Diana Ziliute, Alessandra d'Ettorre, Edita Urguryte e Martina Corazza. Il gruppo non lascia molto spazio alle battistrada e così l'azione sfuma proprio in prossimità dell'erta finale, nonostante il contrattacco successivo della varesina Noemi Cantele. Così come era successo nella prima tappa la montagna chiama a rapporto le migliori scalatrici del plotone e subito Boubnenkova, Pucinskaite, Luperini e Brändli prendono in mano le redini della corsa. A 1500 metri dal traguardo la leader della corsa Edita Pucinskaite aumenta ancora l'andatura e viene seguita dalla sola Fabiana Luperini. Il duello che aveva caratterizzato già la prima tappa di questo Trentino quindi si ripete. Le due procedono assieme ancora qualche centinaio di metri ma sulle ultime durissime rampe della salita di Faedo, Edita Peter Pan riesce a prendere il volo ed a distanziare, seppur di soli otto secondi, la tenace Fabiana Luperini. Seguono poco distanti la russa Svetlana Boubnenkova e la svizzera Nicole Brändli.

Una stagione quindi più che positiva quella di Edita Pucinskaite, quest'anno in forza all'Equipe Nürnberger: i risultati di rilievo non sono affatto mancati e la condizione in vista del Giro d'Italia non può che essere confortante. Un discorso simile vale pure per la portacolori della "Menikini-Selle Italia-Gysko" Fabiana Luperini, pronta a difendere sabato il titolo tricolore su strada e sicuramente motivatissima per il Giro d'Italia. Oltre a costituire da sempre uno dei suoi principali obiettivi stagionali, la possibile tappa decisiva di questa edizione, ovvero la conoscalata del Monte Serra, si correrà proprio sulle strade di casa sua. Ricordiamo inoltre che la toscana, grazie ai suoi quattro successi, detiene il record di vittorie finali alla corsa rosa, e che questo record potrebbe essere minacciato dalla svizzera Nicole Brändli, vincitrice a tre riprese, seconda lo scorso anno ed anche lei decisissima a correre il Giro ancora da protagonista.

Questa settimana non si è gareggiato solo nel Trentino. Sulle strade dell'Olanda la numero uno al mondo Marianne Vos l'ha fatta ancora una volta da padrone mentre alla Grande Boucle, Francia, la numero due mondiale Nicole Cooke è tornata al successo dopo un periodo piuttosto lungo di astinenza. In attesa dell'ufficializzazione della presenza di queste due grandi campionesse, il cast del prossimo Giro d'Italia si preannuncia in ogni modo già di altissimo livello, ma ora fari puntati sui campionati nazionali.

Classifica finale del Giro del Trentino:
  1. Edita Pucinskaite (Ltu) Equipe Nürnberger Versicherung
  2. Fabiana Luperini (Ita) Menikini - Gysko 0.08
  3. Svetlana Bubnenkova (Rus) Fenixs - HPB 1.10
  4. Trixi Worrack (Ger) Equipe Nürnberger Versicherung 2.10
  5. Claudia Häusler (Ger) Equipe Nürnberger Versicherung 3.59
  6. Rosane Kirch (Bra) S.C. Michela Fanini Record Rox 5.20
  7. Andrea Graus (Aut) Equipe Nürnberger Versicherung 5.46
  8. Edwige Pitel (Fra) Team Uniqa 5.50
  9. Annette Beutler (Swi) Nazionale Svizzera 5.53
  10. Martina Ruzickova (Cze) ELK Haus 6.03
Vincitrici di tappa:

1° tappa: Edita Pucinskaite
2° tappa: Edita Pucinskaite



Classifica finale della Grande Boucle Féminine:
  1. Nicole Cooke (Gbr) Raleigh Lifeforce Creation 11.52.32
  2. Priska Doppmann (Sui) Raleigh Lifeforce Creation 0.33
  3. Emma Pooley (Gbr) Team Specialized Dfw 4.42
  4. Karin Thurig (Sui) Raleigh Lifeforce Creation 5.11
  5. Maribel Moreno Allue (Esp) Comunidad Valenciana 5.24
  6. Cindy Pieters (Bel) Vlaanderen-Caprisonne-Ti 13.26
  7. Olena Andruk (Ukr) Usc Chirio Forno D'asolo 13.53
  8. Birgit Sollner (Ger) Team Specialized Dfw 14.01
  9. Ione Muika (Esp) Bizkaia-Panda S.-Durango 16.06
  10. Rasa Polikeviciute (Ltu) Usc Chirio Forno D'asolo 16.23
Vincitrici di tappa:

1° tappa: Karin Thurig
2° tappa: Priska Doppmann
3° tappa/A: Priska Doppmann
3° tappa/B: Nicole Cooke
4° tappa: Tanja Slater
5° tappa: Priska Doppmann



Classifica finale Ster Zeeuwsche Eilanden:
  1. Marianne Vos (Ned) Team DSB-Bank 7.00.35
  2. Kirsten Wild (Ned) AA-Drink Cycling Team 0.15
  3. Mirjam Melchers (Ned) Team Flexpoint 0.20
  4. Regina Bruins (Ned) Ton van Bemmelen/Odysis 0.23
  5. Ina-Yoko Teutenberg (Ger) T-Mobile Team 0.25
  6. Loes Markerink (Ned) Team Flexpoint 0.26
  7. Loes Gunnewijk (Ned) Team Flexpoint 0.28
  8. Suzanne de Goede (Ned) T-Mobile Team
  9. An van Rie (Bel) AA-Drink Cycling Team 0.35
  10. Chantal Beltman (Ned) T-Mobile Team 0.38
Vincitrici di tappa:

1° tappa: Marianne Vos
2° tappa: Marianne Vos
3° tappa: Ina-Yoko Teutenberg





Condividi

© 2007 Ciclismo Femminile |