Notizie principali


Elisa Longo Borghini ha vinto le Strade Bianche

Presentazione BePink Cogeas 2017

Megan Guarnier vince il 27° Giro Rosa

A Cittiglio trionfa la campionessa del mondo Elizabeth Armitstead

Presentazione Team Servetto 2016

[Foto] Ciclocross - EKZ CrossTour Meilen

[Foto] Europei 2015 - in linea under 23


Notizie recenti


Valcar - PBM: Marta Cavalli, la caduta e la rinascita

Servetto - Letizia Borghesi in lotta per il successo a Sanremo

Valenciana: BePink Cogeas a segno nella cronometro a squadre

Sfortunato inizio di stagione per la Michela Fanini

Servetto: quattro atlete al via della Setmana ciclista valenciana

Valcar-PBM: ecco le convocate per la Semana Valenciana

Aromitalia - Vaiano: doppio piazzamento in top ten a Montignoso

Presentata la Michela Fanini 2017

Presentato il Team Aromitalia Vaiano Fondriest

Presentazione Trofeo Alfredo Binda e trofeo Da Moreno



Oggi è il compleanno di:


Hongyu Liang
Chanella Stougje

Michela Fanini: in Olanda la "sagra" delle cadute


17.4.2010


La squadra “menomata” si è comunque ben comportata

Nina Ovcharenko caduta (spalla lussata, 15 giorni di riposo), Alice Marmorini caduta (costola incrinata, 20 giorni di stop), Giulia Lazzerini caduta (per fortuna solo escoriazioni), Martina Ruzickova caduta (investita dalla moto di una staffetta per fortuna senza gravi conseguenze)...
Più che il resoconto di una settimana di corse... quello della “Michela Fanini Record Rox” sembra un vero e proprio bollettino di guerra.

Nella settimana dedicata alle gare olandesi a farla da padrona per il team di patron Brunello Fanini è stata la sfortuna che ha condizionato l'intera trasferta. “Il bollettino sanitario – ha sottolineato lo stesso Fanini – parla chiaro: siamo in gran debito con la dea bendata. Nonostante tutto da queste durissime corse torniamo con delle note più che positive se consideriamo l'età giovanissima delle nostre atlete”.

In effetti dal trittico di impegni nella terra dei tulipani la “Michela Fanini” può sbandierare l'ottime prestazioni di Barbara Guarischi (19esima) e Giulia Lazzerini (25esima) alla “Ronde Van Drenthe” (terza prova di coppa del mondo). Le due, nonostante il percorso durissimo con ampi tratti in pavè, sono arrivate nel gruppo delle migliori, non lontane dalla vincitrice: l'olandese Gunnewijk.

Bene anche Alice Marmorini alla “Ronde Van Dwingeloo” dove, nonostante il problema alle costole, si è classificata in un positivo 27esimo posto; anche lei con le migliori.
“Visto tutto quello che ci è capitato in questi 10 giorni – ha aggiunto il vice direttore sportivo Lido Francini (che sta sostituendo Alfonso Mottola, anche lui, guarda caso, in infermeria per problemi di salute) – possiamo ritenerci soddisfatti. Le giovani italiane, soprattutto, hanno saputo soffrire e farsi valere. Ci è mancata un po' di esperienza, ma queste gare servono anche per questo”.

Pochi giorni di riposo per recuperare il recuperabile (e non solo le gambe...) e poi via per la “Freccia Vallona”, quarta prova di World Cup in programma mercoledì 21 aprile. Per l'occasione rientrerà la francese Edwige Pitel; per il resto la formazione più dei tecnici la decideranno i medici.
La messicana Veronica Leal Balderas è nel suo Paese per partecipare ai Campionati Centramericani, nella speranza di poter staccare il biglietto per i “Panamericani”.

Maurizio Tintori


Condividi

© 2007 Ciclismo Femminile |