Notizie principali


Elisa Longo Borghini ha vinto le Strade Bianche

Presentazione BePink Cogeas 2017

Megan Guarnier vince il 27° Giro Rosa

A Cittiglio trionfa la campionessa del mondo Elizabeth Armitstead

Presentazione Team Servetto 2016

[Foto] Ciclocross - EKZ CrossTour Meilen

[Foto] Europei 2015 - in linea under 23


Notizie recenti


Valcar - PBM: Marta Cavalli, la caduta e la rinascita

Servetto - Letizia Borghesi in lotta per il successo a Sanremo

Valenciana: BePink Cogeas a segno nella cronometro a squadre

Sfortunato inizio di stagione per la Michela Fanini

Servetto: quattro atlete al via della Setmana ciclista valenciana

Valcar-PBM: ecco le convocate per la Semana Valenciana

Aromitalia - Vaiano: doppio piazzamento in top ten a Montignoso

Presentata la Michela Fanini 2017

Presentato il Team Aromitalia Vaiano Fondriest

Presentazione Trofeo Alfredo Binda e trofeo Da Moreno



Oggi è il compleanno di:


Kelly Druyts
Stephanie Pohl

Muri Fermani, il rilancio del ciclismo femminile riparte dalle Marche


21.2.2010


Domenica 2 maggio nuovo appuntamento per donne elite sulle strade marchigiane di Fermo


Arriva direttamente dalle Marche, regione all’avanguardia nel mondo dello sport a pedali, il rilancio del ciclismo femminile. Attraverso una nuova manifestazione riservata alle donne Elite, la prima edizione della Muri Fermani “Le nostre Fiandre”, che il Pedale Fermano proporrà domenica 2 maggio sulle strade marchigiane che attraversano e circondano la splendida cittadina di Fermo. A coordinare l’organizzazione un esperto conoscitore del mondo femminile del pedale, il marchigiano Giordano Romoli, che va ad affiancare la dirigenza del Pedale Fermano, che fa capo al presidente Alessandro Fasciani. “In un periodo non certo facile per gli organizzatori, in special modo per chi si occupa direttamente di ciclismo femminile – precisa Giordano Romoli –noi nelle Marche cerchiamo di andare contro corrente proponendoci come nuovi interlocutori del movimento elite con una gara nazionale disegnata con attenzione, cercando di privilegiare assieme all’aspetto tecnico anche quello paesaggistico, storico e turistico della nostra terra, le Marche, che vantano anche una profonda e radicata cultura ciclistica”. Ma alla base dell’iniziativa degli organizzatori guidati da Romoli c’è anche un nuovo ed interessante abbinamento con un altro sodalizio organizzativo, quello della Ciclistica Gattatico, impegnato il giorno precedente alla corsa fermana, con il Trofeo Gfm Meccanica a Praticello di Gattatico: “Con la Società Ciclistica Gattatico ed il presidente Morini abbiamo trovato subito un feeling speciale – sottolinea sempre Romoli – la loro è un gara ben consolidata nel calendario italiano ogni anno nella festività del 1 maggio. Con loro e con la nostra corsa del giorno successivo, domenica 2 maggio, vogliano creare un week end speciale, ricco ed appetitoso per squadre ed atlete. Sabato si correrà nel reggiano e domenica nelle nostre Marche. Si tratta di un tandem che potrà portare ottimi esiti sul piano della partecipazione per partire con il piede giusto sin dalla prima edizione della nostra nuova corsa”.

Muri Fermani “Le nostre Fiandre” in realtà è una delle gran fondo più rinomate del panorama nazionale, inserita nel Circuito Prestigio Internazionale. Confermata nella stessa data della nuova competizione per donne elite, la gran fondo sarà un’eccezionale anteprima alla gara femminile: “Nella mattinata di domenica 2 maggio avrà luogo quell’evento eccezionale che è la gran fondo dei sette muri fermani. Terminati gli arrivi, con la medesima logistica sarà dato spazio esclusivo alle donne elite, che prenderanno il via alle ore 14,30 per un pomeriggio ricco di agonismo, tutto da vivere. Quartier generale di tutte le manifestazioni della giornata sarà il Centro Commerciale Oasi di Fermo”. Sulle caratteristiche tecniche del tracciato che sarà proposto, Romoli con i suoi più stretti collaboratori sta ultimando gli ultimi ritocchi di una gara che vivrà su un finale unico: “La prima parte di gara sarà costituita da un circuito ondulato ma senza asperità rilevanti che andrà ripetuto più volte. Il finale invece prevede l’uscita dal circuito per andare ad affrontare l’impegnativa salita che porta sino alla piazza centrale di Fermo, dove collocheremo l’arrivo. Cento chilometri esatti con partenza ed arrivo a Fermo”. Queste la parole di Giordano Romoli, che crede fermamente in questa nuova manifestazione come evento di successo, ma anche come dimostrazione tangibile di sensibilità degli appassionati di ciclismo marchigiani verso il settore femminile: “Oggi più che mai abbiamo davvero bisogno di organizzatori che mettano a disposizione le loro risorse e le loro esperienze per il ciclismo femminile. La nostra sarà anche una bella occasione ed un’interessante vetrina per le professioniste marchigiane, che avranno l’opportunità di correre sulle strade di casa”.

Muri Fermani “Le nostre Fiandre” è realizzata dal Pedale Fermano con la stretta collaborazione di Tacchificio Gi.Vi Plast, Fasciani, Cicli Cingolani, Campagna Gioielli, Gianmarco Lorenzi, Fasciani Autonoleggio, Oasi, Centro Commerciale Girasole, Farnese, Carifermo Spa, GiovinArte, Papillon Sweet & Restaurant.

Tutte le informazioni e gli approfondimenti sulla prima edizione della corsa ciclistica femminile Muri Fermani sono disponibili sul portale www.7murifermani.it




Condividi

© 2007 Ciclismo Femminile |