Notizie principali


Elisa Longo Borghini ha vinto le Strade Bianche

Presentazione BePink Cogeas 2017

Megan Guarnier vince il 27° Giro Rosa

A Cittiglio trionfa la campionessa del mondo Elizabeth Armitstead

Presentazione Team Servetto 2016

[Foto] Ciclocross - EKZ CrossTour Meilen

[Foto] Europei 2015 - in linea under 23


Notizie recenti


Valcar - PBM: Marta Cavalli, la caduta e la rinascita

Servetto - Letizia Borghesi in lotta per il successo a Sanremo

Valenciana: BePink Cogeas a segno nella cronometro a squadre

Sfortunato inizio di stagione per la Michela Fanini

Servetto: quattro atlete al via della Setmana ciclista valenciana

Valcar-PBM: ecco le convocate per la Semana Valenciana

Aromitalia - Vaiano: doppio piazzamento in top ten a Montignoso

Presentata la Michela Fanini 2017

Presentato il Team Aromitalia Vaiano Fondriest

Presentazione Trofeo Alfredo Binda e trofeo Da Moreno



Oggi è il compleanno di:


Alexis Ryan
Kamilla Sofie Vallin

Il diario di Jennifer Hohl - Giro d'Italia Donne


15.7.2009




Anche il Giro Donne adesso è già finito. 10 giorni di sofferenze, 10 giorni di emozioni, 10 giorni di Giro d'Italia.......

Tutto è cominciato con un prologo di 2.5 chilometri a Scarperia, Toscana. Di seguito c'è stata la prima tappa a San Piero a Sieve dove ha vinto la lituana Edita Pucinskaite.

Il giorno successivo era in programma una cronometro di 15 chilometri nella quale ho cercato di risparmiare le mie forze per i giorni a venire.

La terza tappa è stata molto dura. All'inizio ci sono stati due giri pianeggianti prima di salire verso la prima montagna, il GPM di 1° categoria di Prato a Ceragiolo. Fin dall'inizio della tappa avevo cercato di andarmene in un gruppetto, ma non mi è riuscito e così siamo arrivate tutte assieme ai piedi della salita. Dopo il gran premio della montagna è seguita una discesa molto pericolosa prima che poco dopo si affrontasse una salita di 8 chilometri fino al traguardo. Mara Abbott (Team Columbia) ha fatto sua la corsa. La nostra Nicole è arrivata nona.

La quarta tappa si disputava proprio vicino al mare. Era davvero bella e sognavo ad occhi aperti...tuttavia ero lì per disputare una gara di ciclismo. Il circuito non era molto duro, andava superata solamente una piccola salita. Dopo quattro giri di questo circuito, la corsa è stata vinta allo sprint da Ina Yoko Teutenberg. Purtroppo ero afflitta dal giorno prima da dolori alla gamba sinistra e spero che la nostra fisioterapista possa riportare tutto in ordine.

Il profilo altimetrico della quinta tappa faceva decisamente paura. Una lunga ascesa di 90 chilometri e 1200 metri di dislivello ci aspettavano. Dopo i primi quattro veri chilometri di salita ho attaccato e sono riuscita ad andare in fuga con altre cinque atlete guadagnando quasi 3 minuti sul gruppo. Visto che era presente pure la mia compagna di squadra Noemi, sapevo che avevamo buone possibilità di vincere la corsa. Dopo il gran premio della montagna c'è stata una discesa di 15 chilometri nella quale ho tirato a fondo per Noemi. L'ultimo chilometro aveva pendenze al 16% ed era in pavé. Mi sono fatta da parte e Noemi è letteralmente volata al traguardo vincendo la corsa. Vittoria di tappa per la nostra squadra e sesto posto per me. Eravamo tutte proprio felici, solo il controllo anti-doping è andato un po' alle lunghe ;-)

Nella sesta tappa non mi è andato bene niente e così sono semplicemente rimasta nel plotone. Nicole a fine giornata ha colto un buon terzo posto.

La settima tappa ad Andria (Puglia, al lato opposto di Napoli) è stata veramente molto ventosa e ricordava in parte ciò che era successo nel Qatar. Erano da prevedersi ventagli... la nostra squadra ha corso con bici che montavano ruote a basso profilo anziché le usuali ruote Easton ad alto profilo. In corsa ci sono stati molti attacchi, ma alla fine eravamo di nuovo tutte assieme in questo finale molto frenetico. Ai quattro chilometri dal traguardo con arrivo in salita ho portato Nicole in buona posizione, poi ho proseguito tranquillamente fino all'arrivo. Purtroppo anche oggi avevo dolori alle gambe...La corsa è stata vinta da Claudia Häusler in maglia rosa.

Nell'ottava tappa mi sono inserita in un gruppetto di 17 atlete in testa alla corsa, comprendente anche la futura vincitrice Trixi Worrack. Lungo l'ultima salita il nostro gruppetto si è spezzettato ed io sono stata raggiunta poco prima della cima della salita anche dalle più veloci scalatrici del gruppo principale. Sono giunta al traguardo in un piccolo gruppo in 24esima posizione. Nicole è arrivata settima.

L'ultima tappa si correva a Napoli. Quando ho visto la condizione delle strade, sono rimasta scioccata. Come si può organizzare una corsa su delle strade in così cattive condizioni e piene di buche?!!???! Era proprio pericoloso. Quest'ultima tappa fortunatamente è stata cominciata a ritmo lento. Dopo tre giri la mia compagna di squadra Andrea Graus è caduta malamente ed è stata portata all'ospedale con il naso rotto. Tutte erano un po' scioccate ed io mi sono portata completamente in fondo al gruppo per non cadere pure io per terra. A metà corsa c'è stata una fuga in cui purtroppo era presenta la quarta della classifica generale. Visto che la nostra Nicole era in terza posizione abbiamo dovuto chiudere il buco. La corsa si è terminata con uno sprint di gruppo vinto da Kirsten Wild (Team Cervelo). Il Giro Donne è stato vinto da Claudia Häusler davanti a Mara Abbott e Nicole Brändli.

Sono soddisfatta della mia prestazione ed ora mi aspetta un periodo di pausa dalle gare ciclistiche. Dopo così tante corse non è che ne sia proprio infelice.

La mia prossima corsa sarà la gara di coppa del mondo di Plouay, il 22 agosto 2009.

A presto, buone vacanze.........CIAO CIAO

Jennifer Hohl, ciclista del Bigla Cycling Team, campionessa svizzera 2008 e 2009





Condividi

© 2007 Ciclismo Femminile |