Notizie principali


Elisa Longo Borghini ha vinto le Strade Bianche

Presentazione BePink Cogeas 2017

Megan Guarnier vince il 27° Giro Rosa

A Cittiglio trionfa la campionessa del mondo Elizabeth Armitstead

Presentazione Team Servetto 2016

[Foto] Ciclocross - EKZ CrossTour Meilen

[Foto] Europei 2015 - in linea under 23


Notizie recenti


Valcar - PBM: Marta Cavalli, la caduta e la rinascita

Servetto - Letizia Borghesi in lotta per il successo a Sanremo

Valenciana: BePink Cogeas a segno nella cronometro a squadre

Sfortunato inizio di stagione per la Michela Fanini

Servetto: quattro atlete al via della Setmana ciclista valenciana

Valcar-PBM: ecco le convocate per la Semana Valenciana

Aromitalia - Vaiano: doppio piazzamento in top ten a Montignoso

Presentata la Michela Fanini 2017

Presentato il Team Aromitalia Vaiano Fondriest

Presentazione Trofeo Alfredo Binda e trofeo Da Moreno



Oggi è il compleanno di:


Silvia Folloni
Hsiao Chia Tsen

Giorgia Bronzini seconda in volata al Drenthe 8, apre bene la tre giorni olandese


8.3.2012


Seconda per un soffio. Giorgia Bronzini inizia bene la tre giorni olandese. Nella Drenthe 8, che si è corsa oggi, l’iridata della Diadora-Pasta Zara-Manhattan è stata battuta allo sprint solo dall’australiana Chloe Hosking, terza la pluridecorata Marianne Vos. Ottava Giada Borgato, che ha tirato la volata alla piacentina.

La corsa si è movimentata a 50 km dal traguardo (141 i chilometri in programma, partenza e arrivo a Dwingeloo) quando si è staccato un gruppone di 35 atlete. Tra queste, cinque della Diadora-Pasta Zara-Manhattan, ad esclusione di Agne Silinyte, attardata. Tra le migliori era rientrata anche Alessandra D’Ettorre, caduta nelle battute iniziali. Con l’ammiraglia giocoforza lontana, l’atleta abruzzese ha ripreso caparbiamente la corsa e, nonostante una ruota danneggiata, ha portato il suo contributo fondamentale, trainando la Bronzini davanti a tutte nell’ultimo tratto in pavé (2 chilometri dall’arrivo), per poi lasciare alla Borgato, sull’asfalto, l’ultimo sforzo per lanciare la Bronzini.

“E’ stata una volata convulsa - ha commentato Giorgia Bronzini -. Sono stata chiusa nel momento topico e quindi ho dovuto rimontare. Non ce l’ho fatta per mezza ruota, ma sono comunque molto soddisfatta, anche perché in quella rimonta sono riuscita a precedere una che non molla mai come Marianne Vos. La squadra è stata fantastica. Ha lavorato tanto. Lo dimostra il fatto che eravamo quasi tutte nel gruppo che si è giocato la vittoria. Resta un po’ di rammarico, perché potevo vincere, comunque l’importante era dimostrare che la squadra è altamente competitiva a livello internazionale”.

Sabato, sempre nella provincia di Drenthe, secondo appuntamento olandese per le ragazze della Diadora-Pasta Zara-Manhattan. Saranno al via della Ronde Van Drenthe, prima prova della Coppa del Mondo 2012.

Il resto della squadra rimasta in Italia, invece, domenica (11 marzo) correrà il Trofeo Vannucci Alberto - G.P. Valbisenzio, a Vaiano, in provincia di Prato, gara d’apertura del calendario nazionale. La corsa sarà strutturata sul consueto circuito cittadino di 4,030 km lungo le rive del fiume Bisenzio, da ripetere 17 volte, al quale si andrà ad aggiungere un secondo circuito più impegnativo, da ripetere tre volte nel finale di gara, per un totale di 82,250 Km.

Per la Diadora-Pasta Zara-Manhattan saranno presenti Alona Andruk, Polona Batagelj, Giulia Donato, Francesca Stefani e Alice Tagliapietra. Direttore sportivo, Diana Ziliute. E’ ancora in forse la partecipazione di Rossella Callovi. Reduce da un inverno travagliato dal punto di vista fisico, che l’ha costretta a iniziare tardi la preparazione, l’atleta trentina deciderà solo alla vigilia, sabato, dopo un test, se correre oppure no.

Ufficio Stampa Diadora-PastaZara-Manhattan


Condividi

© 2007 Ciclismo Femminile |