Notizie principali


Elisa Longo Borghini ha vinto le Strade Bianche

Presentazione BePink Cogeas 2017

Megan Guarnier vince il 27° Giro Rosa

A Cittiglio trionfa la campionessa del mondo Elizabeth Armitstead

Presentazione Team Servetto 2016

[Foto] Ciclocross - EKZ CrossTour Meilen

[Foto] Europei 2015 - in linea under 23


Notizie recenti


Valcar - PBM: Marta Cavalli, la caduta e la rinascita

Servetto - Letizia Borghesi in lotta per il successo a Sanremo

Valenciana: BePink Cogeas a segno nella cronometro a squadre

Sfortunato inizio di stagione per la Michela Fanini

Servetto: quattro atlete al via della Setmana ciclista valenciana

Valcar-PBM: ecco le convocate per la Semana Valenciana

Aromitalia - Vaiano: doppio piazzamento in top ten a Montignoso

Presentata la Michela Fanini 2017

Presentato il Team Aromitalia Vaiano Fondriest

Presentazione Trofeo Alfredo Binda e trofeo Da Moreno



Oggi è il compleanno di:


Ella Michal
Laura Van Der Kamp

La Diadora-Pasta Zara-Manhattan punta sulle italiane


24.10.2011


Arrivano Rossella Callovi, Alessandra D'Ettorre e Giada Borgato


La Diadora-Pasta Zara-Manhattan parla sempre più italiano. Dopo l’ingaggio della campionessa del mondo Giorgia Bronzini e la conferma di Giulia Donato e Francesca Stefani, nelle ultime ore hanno raggiunto un accordo con la squadra di Maurizio Fabretto anche Rossella Callovi, Alessandra D’Ettorre e Giada Borgato. Tre nuovi arrivi che portano a sei le italiane del team 2012.

La formazione va delineandosi come previsto, vale a dire completando un mix di atlete di esperienza e di ragazze talentuose. Come conferma il patron Maurizio Fabretto: “Alessandra D’ Ettorre è una ragazza straordinaria che conosco bene avendola già avuta in squadra. E’ matura e sempre pronta quando si tratta di far emergere la grinta. Sarà l’ultima ragazza del treno, quella che dovrà portare Giorgia Bronzini ad emergere nelle volate. Un ruolo, il suo, determinante e nel quale sa destreggiarsi con rara abilità. Rossella Callovi è uno dei maggiori talenti che l’Italia del ciclismo femminile ha espresso negli ultimi anni. Capace subito di battersi fianco a fianco con le atlete top a livello mondiale. Quest’anno stava vendendo fuori quando è caduta al Giro Donne e per il resto della stagione non è stata bene. Nelle gare a tappe e in quelle dure, lei c’è. Giada Borgato, infine, è un’altra giovane sulla quale contiamo in ottica futura. Una passista che sta crescendo. Sono molto soddisfatto, infine, del lavoro fatto in questi mesi. La squadra per il 2012 raccoglie i valori e le motivazioni che spingono me, Diana Ziliute e gli sponsor a credere ancora molto nel ciclismo femminile”.

Un’atleta di riferimento della Diadora-Pasta Zara-Manhattan nel 2012 sarà Rossella Callovi. Vent’anni, trentina di Termon di Campodenno, campionessa del mondo Juniores 2009, da due anni alla ribalta anche a livello internazionale (seconda quest’anno nella prova di Coppa del Mondo a Valladolid, in Spagna, battuta solo da Marianne Vos), la Callovi ha le idee chiare: “Alla fine il progetto della Diadora-Pasta Zara-Manhattan mi ha convinta e sono orgogliosa della fiducia che mi è stata data. E’ una squadra importante e ben strutturata. Nel 2012 mi aspetto di crescere con serenità e determinazione. E di imparare ancora tanto, sia dalle compagne che hanno più esperienza di me, sia da chi ci seguirà. In primo luogo, spero di avere più fortuna rispetto a quest’anno e soprattutto di risolvere i problemi di salute che mi hanno fatto terminare in anticipo la stagione. Per quanto riguarda gli obiettivi, vorrei capire i miei limiti nelle gare a tappe, ottenendo magari qualche risultato importante nelle corse più corte che mi si addicono”. Nella nuova squadra l’esperienza e la saggezza tattica arriveranno da Alessandra D’Ettorre, 33 anni, aquilana, campionessa europea Under 23 nel 2000, anno in cui correva per Maurizio Fabretto, cinque titoli tricolori tra strada e pista, quattro partecipazioni ai Mondiali elite in linea. Insomma, una garanzia.

“La Diadora-Pasta Zara-Manhattan è sinonimo di successo, l’ho sempre ritenuta la miglior squadra italiana - dice l’atleta abruzzese -. Con Fabretto mi sono trovata benissimo nel 2000, in più ho un rapporto stupendo con Diana Ziliute. Conosco le mie compagne e sono certa che con loro il feeling sarà intenso. Sono tutte bravissime. Mi aspetto di far bene personalmente, ma anche per la squadra. I risultati arriveranno non solo con la Bronzini, perché la qualità di tutte le atlete è elevata. Io ho più anni di loro, ma la voglia di pedalare è ancora tanta e mi sento in grado di fare bene e di lavorare per la squadra. Tutte le mie compagne potranno contare costantemente su di me”. Da tenere d’occhio, nel 2012, ci saranno anche la determinazione e la voglia di emergere di Giada Borgato, 22 anni, veronese di Legnaro, da tre anni azzurra agli Europei Under 23.

“ La Diadora-Pasta Zara-Manhattan è una squadra solida con uno staff professionale e direttori sportivi con una certa esperienza, come Diana Ziliute che può insegnarmi molto - spiega l’atleta veronese -. Inoltre, sapevo che sarebbero approdate in questa squadra due mie compagne di quest’anno, Giorgia Bronzini e Alessadra D’Ettorre, con le quali ho un buon feeling, quindi ha contato molto il desiderio di continuare a lavorare con loro. Dalla stagione 2012 mi aspetto molto. Ho intenzione di crescere e penso di essere nella squadra giusta per poter fare un altro passo in avanti. Siamo un gruppo di atlete valide che possono dire la loro in qualsiasi tipo di terreno. Con Giorgia ancora in maglia iridata avremo uno stimolo in più per dare il 100% in ogni appuntamento. In base alle necessità della squadra, con Diana Ziliute studieremo un programma che consenta di lavorare anche su obiettivi specifici".

Ufficio Stampa Diadora-PastaZara-Manhattan


Condividi

© 2007 Ciclismo Femminile |