Notizie principali


Elisa Longo Borghini ha vinto le Strade Bianche

Presentazione BePink Cogeas 2017

Megan Guarnier vince il 27° Giro Rosa

A Cittiglio trionfa la campionessa del mondo Elizabeth Armitstead

Presentazione Team Servetto 2016

[Foto] Ciclocross - EKZ CrossTour Meilen

[Foto] Europei 2015 - in linea under 23


Notizie recenti


Valcar - PBM: Marta Cavalli, la caduta e la rinascita

Servetto - Letizia Borghesi in lotta per il successo a Sanremo

Valenciana: BePink Cogeas a segno nella cronometro a squadre

Sfortunato inizio di stagione per la Michela Fanini

Servetto: quattro atlete al via della Setmana ciclista valenciana

Valcar-PBM: ecco le convocate per la Semana Valenciana

Aromitalia - Vaiano: doppio piazzamento in top ten a Montignoso

Presentata la Michela Fanini 2017

Presentato il Team Aromitalia Vaiano Fondriest

Presentazione Trofeo Alfredo Binda e trofeo Da Moreno



Oggi è il compleanno di:


Ingrid Drexel
Giuseppina Grassi
Bianca Van Den Hoek

Ultima tappa del Girodonne: la Safi-Pasta Zara sul podio con Giorgia Bronzini e Diana Ziliute


12.7.2009


Seconda e terza. Con Giorgia Bronzini e Diana Ziliute. Per un soffio, è sfuggita la vittoria anche oggi alla Safi-Pasta Zara. Ed era l’ultima possibilità. Con la nona tappa, partenza e arrivo da Grumo Nevano, nel Napoletano, infatti, si è concluso il Girodonne, vinto da Claudia Hausler. Due atlete della squadra di Maurizio Fabretto salgono sul podio di tappa dopo la volata finale, ma resta un po’ di delusione per aver concluso il Girodonne senza aver vinto una tappa. E poi c’è da recriminare anche su Elena Berlato. E’ finita seconda nella classifica delle migliori giovani, dietro Elizabeth Armitstead, ma senza quelle due forature nella tappa del Monte Serra avrebbe potuto andare diversamente.
Resta, comunque, l’impressione di una squadra giovane che sta crescendo bene, guidata da una campionessa come Diana Ziliute.
Anche oggi la lituana di Montebelluna si è superata. Sempre là davanti. Decisa, guerriera. A controllare il gruppo, a spingere il gruppo. Per aprire la strada a Giorgia Bronzini per la volata.

Un lavoro perfetto quello di Diana. Tanto che la Bronzini è arrivata a giocarsi il successo con Kirsten Wild, che però ha avuto la meglio. Maurizio Fabretto fa il bilancio per la Safi-Pasta Zara: “Certo, a questo Girodonne ci è mancata almeno una vittoria di tappa, ma io sono soddisfatto di quello che hanno fatto le mie ragazzine. Siamo stati l’unica squadra ad avere sempre atlete del 1987, ’88 e ’89 in mezzo alle migliori. Non sono ancora pronte a vincere una tappa, ma verrà il giorno. Peccato per la Bronzini. E’ stata grande a Cerro al Volturno, arrivando seconda in una tappa ostica per una velocista. Ma nelle due volate che ha avuto a disposizione non ce l’ha fatta. A Porto S. Elpidio è stata chiusa nel momento topico, oggi ha perso per qualche centimetro. Resta il fatto che tatticamente abbiamo corso sempre bene. Un plauso ad Alona Andruk, Elena Berlato, Alessandra Borchi, Giorgia Bronzini, Inga Cilvinaite, Eneritz Iturriaga, Eleonora Patuzzo e Diana Ziliute, come sempre magnifica e capitana impareggiabile”.

Ufficio stampa Safi-Pasta Zara


Condividi

© 2007 Ciclismo Femminile |