Notizie principali


Elisa Longo Borghini ha vinto le Strade Bianche

Presentazione BePink Cogeas 2017

Megan Guarnier vince il 27° Giro Rosa

A Cittiglio trionfa la campionessa del mondo Elizabeth Armitstead

Presentazione Team Servetto 2016

[Foto] Ciclocross - EKZ CrossTour Meilen

[Foto] Europei 2015 - in linea under 23


Notizie recenti


Valcar - PBM: Marta Cavalli, la caduta e la rinascita

Servetto - Letizia Borghesi in lotta per il successo a Sanremo

Valenciana: BePink Cogeas a segno nella cronometro a squadre

Sfortunato inizio di stagione per la Michela Fanini

Servetto: quattro atlete al via della Setmana ciclista valenciana

Valcar-PBM: ecco le convocate per la Semana Valenciana

Aromitalia - Vaiano: doppio piazzamento in top ten a Montignoso

Presentata la Michela Fanini 2017

Presentato il Team Aromitalia Vaiano Fondriest

Presentazione Trofeo Alfredo Binda e trofeo Da Moreno



Oggi è il compleanno di:


Nicole Dal Santo
Pippa Handley
Sophie Lacher
Alicia Claudia Reynoso Pueyo
Anriette Schoeman
Georgia Williams

Kristin Armstrong conquista il Berner Rundfahrt. Vos leader di coppa.


11.5.2009




La corazzata Cervélo non si ferma proprio più e sbanca pure Berna grazie a Kristin Armstrong, conquistando nel contempo la prima prova di coppa del mondo stagionale. Al termine di un incertissimo sprint a due l'americana ha avuto la meglio su Marianne Vos: a chiudere il podio la tedesca Trixi Worrack. Marianne Vos è di nuovo la leader di coppa del mondo spodestando dal trono Emma Johansson.

Tempo decisamente primaverile a Lyss per la quinta prova di coppa del mondo, il Berner Rundfahrt. In cartellone un circuito di 33.95 chilometri da ripetere quattro volte per complessivi 135.8 chilometri. Ormai si è capito che le ragazze Cervélo, orchestrate al meglio dall'iberico Manel Lacambra, preferiscono imporre e non subire gli eventi, attaccare piuttosto che rincorrere. Nessuna sorpresa quindi nel vedere la super-scalatrice britannica Emma Pooley tenere un'andatura elevata già nella prime due delle quattro ascese del Frienisberg, salita piuttosto impegnativa situata ad inizio circuito. Il plotone perde sempre più pezzi ma nelle prime posizioni del gruppo di testa ci sono tutte le atlete più attese come Johansson, Vos, Cooke, Worrack, Brändli, Cantele, la vincitrice uscente Ljungskog ed una pimpante Fabiana Luperini, uscita decisamente bene dalla recente Gracia-Orlova. Durante la terza tornata è un'altra ragazza Cervélo a mettersi in evidenza, trattasi di Claudia Häusler. La tedesca rimarrà in avanscoperta per circa 30 chilometri prima di essere ripresa poco prima dell'inizio dell'ultimo giro.
L'attacco risolutivo avviene poco dopo: lungo l'ascesa del Frienisberg Emma Pooley forza il ritmo e dietro di lei rimangono la compagna di squadra Armstrong, Vos, Johansson e Luperini. Poco dopo è la Armstrong a forzare con decisione e questa volta solo Marianne Vos riesce a tenere a fatica il suo passo. Terminato il GPM le due cominciano a collaborare di comune accordo ed il loro vantaggio diventa sempre più importante. Le battistrada si presentano così indisturbate sul vialone del traguardo: la volata è particolarmente incerta ed alla fine è l'americana Armstrong ad avere la meglio per un niente. La Vos si consola vestendo nuovamente la maglia di leader di coppa del mondo grazie al suo secondo posto ed al quinto posto della ormai ex-leader Emma Johansson. Lo sprint delle battute va alla tedesca Trixi Worrack davanti all'olandese Andrea Bosman. Migliore delle italiane la solita Fabiana Luperini (Selle Italia), 21esima. Buone prestazioni anche per le giovani promettenti Carretta (Top Girls) e Berlato (Safi Pasta Zara Titanedi).

Grande euforia in casa Cervélo al termine della corsa: "Kristin non avrebbe nemmeno dovuto correre", commenterà il direttore sportivo Manel Lacambra. La Armstrong era appena tornata il giorno prima dall'America dove recentemente aveva vinto il Tour de Gila accumulando anche un bel po' di stanchezza. La buona condizione della campionessa olimpica a cronometro ha però pagato, assieme all'utilissimo lavoro delle sue compagne di squadra. E negli ultimi chilometri di corsa la Armstrong è stata pure giustamente furba nel non tirare e mantenere qualche energia per lo sprint, visto che la Vos, in prospettiva coppa del mondo, era interessata a tenersi il più dietro possibile la svedese Emma Johansson, e quindi a fare andare in porto la fuga.

La coppa del mondo ora si sposta oltreoceano, per l'esattezza in Canada, dove sabato 30 maggio è in programma l'impegnativa gara di Montreal. Niente testa a testa tra le due dominatrici della coppa del mondo Vos e Johansson però, visto che questa corsa non rientra nei programmi della DSB Bank LTO della campionessa olandese.

Ordine d'arrivo Berner Rundfahrt 2009
  1. Kirstin Armstrong Savola (USA) Cervélo TestTeam 3.30.19 (38.74 km/h)
  2. Marianne Vos (Ned) DSB Bank - LTO
  3. Trixi Worrack (Ger) Equipe Nürnberger Versicherung 0.47
  4. Andrea Bosman (Ned) National Team Netherlands
  5. Emma Johansson (Swe) Red Sun Cycling Team
  6. Grace Verbeke (Bel) Lotto-Belisol Ladiesteam
  7. Susanne Ljungskog (Swe) Team Flexpoint
  8. Linda Villumsen (Den) Team Columbia Highroad Women
  9. Elizabeth Armitstead (GBr) Lotto-Belisol Ladiesteam
  10. Nicole Cooke (GBr) Vision 1 Racing
Le foto della corsa





Condividi

© 2007 Ciclismo Femminile |