Notizie principali


Elisa Longo Borghini ha vinto le Strade Bianche

Presentazione BePink Cogeas 2017

Megan Guarnier vince il 27° Giro Rosa

A Cittiglio trionfa la campionessa del mondo Elizabeth Armitstead

Presentazione Team Servetto 2016

[Foto] Ciclocross - EKZ CrossTour Meilen

[Foto] Europei 2015 - in linea under 23


Notizie recenti


Valcar - PBM: Marta Cavalli, la caduta e la rinascita

Servetto - Letizia Borghesi in lotta per il successo a Sanremo

Valenciana: BePink Cogeas a segno nella cronometro a squadre

Sfortunato inizio di stagione per la Michela Fanini

Servetto: quattro atlete al via della Setmana ciclista valenciana

Valcar-PBM: ecco le convocate per la Semana Valenciana

Aromitalia - Vaiano: doppio piazzamento in top ten a Montignoso

Presentata la Michela Fanini 2017

Presentato il Team Aromitalia Vaiano Fondriest

Presentazione Trofeo Alfredo Binda e trofeo Da Moreno



Oggi è il compleanno di:


Elisa Longo Borghini
Rutar Tjasa

Trionfo Bigla a Brissago: Brändli 1° e Cantele 2° precedono Marta Bastianelli


8.3.2008




Una grigia e fresca giornata d'inizio marzo ha accolto le novantotto cicliste iscritte al Gran Premio di Brissago, gara quest'anno inserita nel calendario internazionale UCI. Partecipazione di grande qualità sulle sponde del lago Maggiore e percorso più che valido considerando che la maggior parte delle atlete si trovavano all'esordio stagionale. Al via anche un monumento del ciclismo femminile, l’intramontabile francese Jeannie Longo Ciprelli, sempre competitiva nonostante i quarantanove anni.

La corsa si accende immediatamente lungo l'ascesa di Orselina, prima asperità di giornata. A tentare la fortuna da lontano sono la giovane svizzera Jennifer Hohl (Team Bigla), la statunitense Kristen La Sasso (Team Specialized) e Caroline Steffen (Cervelo Lifeforce). Il vantaggio delle tre coraggiose battistrada raggiunge un tetto massimo di due minuti e mezzo prima di calare inesorabilmente sotto l'impulso della Safi Pasta Zara Manhattan, formazione trevigiana della campionessa del mondo in carica Marta Bastianelli. Il ricongiungimento tra le fuggitive ed il gruppo principale avviene a circa venticinque chilometri dal traguardo, poco prima della facile ascesa del Monte Verità.
Il gruppo arriva piuttosto numeroso ai piedi della salita di Ronco sopra Ascona, breve ma impegnativa ascesa in grado di frazionare seriamente il gruppo. A prendere l'iniziativa sono l'elvetica Nicole Brändli e la varesina Noemi Cantele, amiche e compagne di squadra nel Team Bigla. Alla loro ruota si accoda con scioltezza anche Marta Bastianelli, all'esordio in maglia iridata dopo il trionfo di Stoccarda. Grazie ad un'ottima intesa questo trio delle meraviglie riesce in pochi istanti a guadagnare un margine di vantaggio decisamente importante. Ormai mancano pochi chilometri al traguardo ed inevitabilmente le due punte del Team Bigla cominciano a far valere la superiorità numerica sfiancando con una serie di progressioni la povera Marta Bastianelli. Una morsa implacabile che si concretizza con l'attacco decisivo di Nicole Brändli sferrato attorno all'ultimo chilometro di corsa. Grande felicità per la bionda zurighese che ha tutto il tempo di festeggiare questa vittoria d’esordio a mani levate al cielo. Il trionfo della squadra di casa è completato dal secondo posto di Noemi Cantele, vincitrice uscente e sempre a suo agio sulle sponde del lago Maggiore dove si era già imposta nel lontano 1998 nella categoria giovanile.
Giunto con oltre un minuto di ritardo, il gruppetto di immediate inseguitrici è stato regolato allo sprint dalla giapponese Miho Oki, portacolori della Menikini Selle Italia che proprio in data odierna compiva trentaquattro anni.

Grande soddisfazione nel dopo corsa per Nicole Brändli, che dichiarerà di avere lavorato molto duramente questo inverno e di essere consapevole della sua buona condizione. Comunque più che soddisfatta anche la laziale Marta Bastianelli, sia per la prestazione personale che per il lavoro svolto dalla sua squadra, una campionessa del mondo apparsa molto rilassata nonostante l'onere della maglia iridata.
Tra le juniores da segnalare la vittoria della campionessa europea Valentina Scandolara (Officine Alberti) che ha preceduto Rossella Callovi (Società Ciclistica Vecchia Fontana) e Barbara Guarischi (Team Desenzanese).

Ordine d'arrivo GP Brissago (1.2)

  1. Nicole Brändli (Bigla Cycling Team) 2.32.32 (36,936 km/h)
  2. Noemi Cantele (Bigla Cycling Team) 0.05
  3. Marta Bastianelli (Safi - Pasta Zara Manhattan) 0.07
  4. Miho Oki (Menikini - Selle Italia) 1.37
  5. Grete Treier (Gauss RDZ Ormu)
  6. Modesta Vzesniauskaite (Equipe Nürnberger Versicherung)
  7. Julia Martisova (Gauss RDZ Ormu)
  8. Edita Pucinskaite (Equipe Nürnberger Versicherung)
  9. Sereina Trachsel (Bigla Cycling Team)
  10. Karin Aune (Team Uniqa)
Le foto della gara





Condividi

© 2007 Ciclismo Femminile |