Notizie principali


Elisa Longo Borghini ha vinto le Strade Bianche

Presentazione BePink Cogeas 2017

Megan Guarnier vince il 27° Giro Rosa

A Cittiglio trionfa la campionessa del mondo Elizabeth Armitstead

Presentazione Team Servetto 2016

[Foto] Ciclocross - EKZ CrossTour Meilen

[Foto] Europei 2015 - in linea under 23


Notizie recenti


Valcar - PBM: Marta Cavalli, la caduta e la rinascita

Servetto - Letizia Borghesi in lotta per il successo a Sanremo

Valenciana: BePink Cogeas a segno nella cronometro a squadre

Sfortunato inizio di stagione per la Michela Fanini

Servetto: quattro atlete al via della Setmana ciclista valenciana

Valcar-PBM: ecco le convocate per la Semana Valenciana

Aromitalia - Vaiano: doppio piazzamento in top ten a Montignoso

Presentata la Michela Fanini 2017

Presentato il Team Aromitalia Vaiano Fondriest

Presentazione Trofeo Alfredo Binda e trofeo Da Moreno



Oggi è il compleanno di:


Désirée Ehrler
Anouska Koster
Meifang Li

Le atlete della nostra nazionale sono colpevoli


17.9.2013


Parla il PATRON BRUNELLO FANINI


Con profondo disagio e rammarico mi accingo a scrivere questa lettera per i fatti inquietanti che sono accaduti nel recente Giro della Toscana.
Dopo 30 anni che opero nel ciclismo, essendo uno dei fautori del settore femminile, organizzatore di quattro Giri d'Italia e 18 Giri della Toscana... considero quantomeno sconcertante l'atto di ammutinamento di oltre la metà delle concorrenti nell'ultima tappa, quella che da Lucca portava a Firenze, percorrendo anche in parte il percorso del Mondiale.

Le ragazze hanno parlato di problemi di sicurezza per la loro stessa incolumità, mentre il Vice Questore e Comandante della Polizia stradale aveva garantito la massima sicurezza sul percorso. Il fatto è preoccupante perchè si tratta è un atto premeditato e perchè hanno scelto una gara simbolo del ciclismo femminile, nel periodo del Campionato del Mondo che si svolge proprio in Toscana.

Quello che lascia più esterrefatti è che le promotrici di questa azione sono STATE LE ATLETE DELLA NAZIONALE ITALIANA, intimando anche alla prima in classifica generale (la campionessa olimpica e mondiale Vos) a non partire insieme ad altre. Alla gara erano presenti anche i Tecnici Federali. Tutto si è verificato dalle ore 12 alle ore 13 quando le atlete dovevano apporre la firma di partenza, alla presenza delle autorità istituzionali (Presidente della Provincia, Assessore allo sport, Presidente Provinciale Fci). A Firenze si è arrivati senza fare la volata alla presenza del Vice Sindaco e dell'onorevole Dario Nardella. Per migliaia di persone presenti in piazza della Repubblica è stata una grandissima delusione per tutti.

Per il sottoscritto e per la società Michela Fanini, è un danno di immagine indescrivibile, una ferita che difficilmente si riuscirà a rimarginare. Su tutto questo, vista la gravità del fatto, deve essere fatta piena luce e, se del caso, si devono adottare i provvedimemti adeguati.

Brunello Fanini
Presidente di Organizzazione

la parola all'Organizzazione

In merito a quanto accaduto domenica scorsa prima dell'ultima tappa Lucca-Firenze il Comitato Organizzatore esprime la massima solidarietà al Presidente Brunello Fanini elencando alcuni punti:

se la manifestazione è stata classificata “Hc” dall'Uci (unica in Italia) vuol dire che la società organizzatrice è di OTTIMO livello.

Al termine della suddetta tappa il Collegio di Giuria ha convalidato la corsa senza addebitare alcun rilievo alla società Michela Fanini

tutti i percorsi erano stati precedentemente analizzati e approvati dalla struttura tecnica della Federazione

i tre Direttori di Corsa incaricati hanno garantito che la prova poteva svolgersi regolarmente essendo loro stessi responsabili della sicurezza

il Dirigente della Polstrada, responsabile della scorta ha dichiarato pubblicamente davanti alle atlete e ai direttori sportivi che la sicurezza della gara era garantita anche con più personale

il collegio di giuria non ha avuto alcunchè da eccepire dichiarando che la gara poteva svolgersi regolarmente

durante l'intera manifestazione non si è verificato alcun incidente addebitabile a deficienze nell'organizzazione

sappiamo che le atlete vorrebbero la chiusura completa del traffico come per i professionisti, MA QUESTO NON E' PREVISTO, in queste gare. Perchè non interviene la Fci?

Si tratta di un Giro organizzato in memoria e nel nome di una loro ex collega, gestita da una persona (Brunello Fanini) al quale tutto il mondo del ciclismo femminile deve moltissimo; lui che ha sempre condiderato le atlete come delle figlie!

E' sconcertante il fatto che all'organizzazione risulta che siano arrivate telefonate alle atlete che hanno preso il via a Lucca e che poi, guarda caso, si sono ritirate in corsa

Infine, non è una minaccia ma è doveroso dirlo, stiamo valutando la possibilità di intraprendere eventuali azioni legali a tutela del buon nome della società “Michela Fanini Record Rox” L' Organizzazione

Maurizio Tintori


Condividi

© 2007 Ciclismo Femminile |