Notizie principali


Elisa Longo Borghini ha vinto le Strade Bianche

Presentazione BePink Cogeas 2017

Megan Guarnier vince il 27° Giro Rosa

A Cittiglio trionfa la campionessa del mondo Elizabeth Armitstead

Presentazione Team Servetto 2016

[Foto] Ciclocross - EKZ CrossTour Meilen

[Foto] Europei 2015 - in linea under 23


Notizie recenti


Valcar - PBM: Marta Cavalli, la caduta e la rinascita

Servetto - Letizia Borghesi in lotta per il successo a Sanremo

Valenciana: BePink Cogeas a segno nella cronometro a squadre

Sfortunato inizio di stagione per la Michela Fanini

Servetto: quattro atlete al via della Setmana ciclista valenciana

Valcar-PBM: ecco le convocate per la Semana Valenciana

Aromitalia - Vaiano: doppio piazzamento in top ten a Montignoso

Presentata la Michela Fanini 2017

Presentato il Team Aromitalia Vaiano Fondriest

Presentazione Trofeo Alfredo Binda e trofeo Da Moreno



Oggi è il compleanno di:


Latoya Brulee
Nathalie Jeuland
Ashleigh Moolman-Pasio
Daniella Moonen

Il Giro del Trentino Donne porta una ventata di novità nel ciclismo


7.6.2012


Il 16 e 17 giugno la 19/a edizione, con una prima visione assoluta:
una crono sulla “ciclabile” dell'Alta Val di Non, che piace a Gibo Simoni


Una classica che sa guardare al futuro, valorizzando le peculiarità del proprio territorio. E' il Giro del Trentino Femminile, che, per la 19/a edizione in programma il 16 e 17 giugno prossimi, proporrà tre tappe in due giorni, con una prima visione assoluta: dopo la Trento-Mezzolombardo del 16 giugno, infatti, spetterà a Sarnonico chiudere la prestigiosa rassegna a tappe, con una semitappa in circuito sul percorso dei campionati italiani Giovanili 2009 e, dulcis in fundo, l'innovativa cronometro sulla nuova pista ciclabile dell'Alta Val di Non, vera e propria novità per il mondo del ciclismo.

L'evento - che negli ultimi due anni ha trovato nuovo vigore con la collaborazione tra l'oliato staff della Polisportiva Faedo di Juri Tiengo e la Trentino Rosa-Cristoforetti di Paolo Leonardi - è stato presentato questa mattina nella Sala Rombo di Trentino Marketing a Trento e non ha mancato di attirare l'interesse degli addetti ai lavori, in primis quello del due volte vincitore del Giro d'Italia Gilberto Simoni. «Che il ciclismo femminile meriti attenzione lo dicono i risultati – ha detto Simoni -. Il Giro del Trentino ha avuto una grande idea e una geniale intuizione. La cronometro sulla nuova pista ciclabile, oltre ad essere spettacolare, è l'ideale per la promozione del ciclismo e del territorio».

Il Giro del Trentino si aprirà sabato 16 giugno con la Trentino-Mezzolombardo, che partirà da Piazza Dante a Trento alle 12 e si concluderà a Mezzolombardo dopo 98 km, con tre Gpm tutti di seconda categoria, il primo a Faedo e gli altri due a Cortaccia, in occasione dello sconfinamento in provincia di Bolzano. Domenica 17 giugno, invece, la carovana si trasferirà in Val di Non, con le due semitappe di Sarnonico, quartier generale del “Giro”: la prima, al mattino, sul collaudato circuito che nel 2009 ha ospitato i campionati italiani Giovanili (62,8 km), mentre la frazione conclusiva si svolgerà sulla nuova pista ciclabile dell'Alta Val di Non: una cronometro individuale di 5 chilometri, che metterà definitivo ordine nella classifica generale.

Un percorso che piace alla maglia bianca del Giro del Trentino 2011 Rossella Callovi, atleta della Val di Non in forza alla Diadora Pasta Zara, che, attualmente ai box per problemi di salute, non sarà al via, ma ha già visionato i percorsi del “Giro”. «Sotto il profilo tecnico sarà un'edizione molto interessante, con tappe non lunghissime ma molto belle, dove prevedo grande battaglia fin dai primi chilometri – ha spiegato la campionessa del mondo junior 2009 -. Il circuito di Sarnonico non è nuovo ai grandi eventi ed è ideale per ospitare una manifestazione come questa. La crono sulla ciclabile? La voglio provare».

Le due semitappe di domenica 17 giugno, assieme alla gara nazionale juniores organizzata dalla Trentino Rosa, daranno vita al nuovo Trittico dei Comuni dell'Alta Val di Non, in nome dell'antico detto “l'unione fa la forza”, come dimostrato dalla grande sinergia che ha portato i nove Comuni dell'Alta Valle a stringersi attorno all'evento sportivo.

«Quest'anno abbiamo ridotto le giornate a due per ovvi motivi economici, ma abbiamo cercato di ottimizzare le risorse, tenendo alto il profilo tecnico» ha spiegato Juri Tiengo, “patron” del Giro, mentre il responsabile dei percorsi Paolo Leonardi ha sottolineato come quella del 2012 sia «un'edizione importante e che ci metterà alla prova, in quanto proporre una crono sulla ciclabile sarà sfida importante sotto profilo organizzativo». «Sono contento che la manifestazione cresca – ha aggiunto Leonardi, questa volta in qualità di team manager della Trentino Rosa – e rappresenta per noi un appuntamento importante, in quanto crediamo molto nel ciclismo femminile, un mondo che è in grado di muovere le famiglie e che anche sotto il profilo promozionale e turistico ha grandi potenzialità».

Apprezzati, dunque, anche gli interventi del presidente della Fci trentina Giuseppe Zoccante, della rappresentante del Coni trentino Monica Morandini, dell'assessore allo sport del Comune di Trento Paolo Castelli, dell'assessore allo sport della Comunità di Valle della Rotaliana Rudi Chistè e di Cristina Boniatti, presidente dell'Uisp trentina che, in occasione dell'inaugurazione della pista ciclabile dell'Alta Val di Non di venerdì 15 giugno, organizzerà una pedalata aperta a tutti.

Per quanto riguarda la starting list del 19° Giro del Trentino, saranno al via del 19° Giro del Trentino oltre 130 atlete in rappresentanza di 20 team e 21 nazioni, alla presenza di tutte le big delle due ruote in rosa, con gli occhi puntati sulle vincitrici delle ultime due edizioni, la britannica Emma Pooley e la tedesca Judith Arndt.

Ufficio Stampa Giro del Trentino Femminile


Condividi

© 2007 Ciclismo Femminile |