Notizie principali


Elisa Longo Borghini ha vinto le Strade Bianche

Presentazione BePink Cogeas 2017

Megan Guarnier vince il 27° Giro Rosa

A Cittiglio trionfa la campionessa del mondo Elizabeth Armitstead

Presentazione Team Servetto 2016

[Foto] Ciclocross - EKZ CrossTour Meilen

[Foto] Europei 2015 - in linea under 23


Notizie recenti


Valcar - PBM: Marta Cavalli, la caduta e la rinascita

Servetto - Letizia Borghesi in lotta per il successo a Sanremo

Valenciana: BePink Cogeas a segno nella cronometro a squadre

Sfortunato inizio di stagione per la Michela Fanini

Servetto: quattro atlete al via della Setmana ciclista valenciana

Valcar-PBM: ecco le convocate per la Semana Valenciana

Aromitalia - Vaiano: doppio piazzamento in top ten a Montignoso

Presentata la Michela Fanini 2017

Presentato il Team Aromitalia Vaiano Fondriest

Presentazione Trofeo Alfredo Binda e trofeo Da Moreno



Oggi è il compleanno di:


Hongyu Liang
Chanella Stougje

Muri Fermani (Forza Marina), Rachel Neylan conclude quarta


3.6.2011


“Centodiciotto chilometri di strade pianeggianti e una salita conclusiva di soli tre chilometri. E’ finita come immaginavo. Nonostante il Muro, questa è una corsa più per velociste che per scalatrici. Se una arriva a ridosso della rampa senza aver consumato troppe energie, spinge e fa la salita tutta d’un fiato. Non per niente l’anno scorso ha vinto la Bronzini e quest’anno la Leleivyte. Due velociste, appunto. Per questo motivo le abbiamo provate tutte in pianura per arrivare da sole. Ma non ce l’abbiamo fatta…”. Diana Ziliute commenta amaramente l’esito dei Muri Fermani. A casa di Marina Romoli e nella corsa che porta il suo nome, tutte le ragazze della Diadora-Pasta Zara-Manhattan speravano di festeggiare con una vittoria da dedicare alla sfortunata compagna.

L’impresa non è riuscita e l’amarezza, alla fine, si leggeva chiaramente sul viso di Claudia Hausler, Jessica Uebelhart, Alona Andruk, Inga Cilvinaite, Oxana Kozonchuk, Amber Pierce, Rachel Neylan, Eleonora Patuzzo e Francesca Stefani (Olga Zabelinskaya non è rientrata in tempo utile dalla Russia).
Ognuna di loro ha tentato l’impossibile per frazionare il gruppo, per non arrivare ai piedi della salita tutte assieme. Le fughe, gli allunghi si sono sprecati. L’ultimo, quando se ne sono andate Alona Andruk e Claudia Haulser, sembrava quello buono. E invece sono state riprese anche loro quando mancavano 25 chilometri.

“A quel punto - continua la Ziliute - ci siamo messe il cuore in pace e abbiamo fatto il trenino per le nostre due scalatrici designate, Rachel Neylan e Claudia Hausler. Poco prima della rampa, però, la tedesca mi ha confessato che non aveva più le gambe. A quel punto è restata solo l’australiana. Che ha fatto bene, molto bene. E’ andata via assieme ad altre sei sul Muro. Poi però l’allungo della Leleyvite ha fatto la differenza”.
Per la cronaca, Rachel Neylan ha concluso al quarto posto. Prima Rasa Leleyvite, seconda Rossella Callovi, terza Nicole Cooke.

Ufficio Stampa Diadora-PastaZara-Manhattan


Condividi

© 2007 Ciclismo Femminile |