Notizie principali


Elisa Longo Borghini ha vinto le Strade Bianche

Presentazione BePink Cogeas 2017

Megan Guarnier vince il 27° Giro Rosa

A Cittiglio trionfa la campionessa del mondo Elizabeth Armitstead

Presentazione Team Servetto 2016

[Foto] Ciclocross - EKZ CrossTour Meilen

[Foto] Europei 2015 - in linea under 23


Notizie recenti


Valcar - PBM: Marta Cavalli, la caduta e la rinascita

Servetto - Letizia Borghesi in lotta per il successo a Sanremo

Valenciana: BePink Cogeas a segno nella cronometro a squadre

Sfortunato inizio di stagione per la Michela Fanini

Servetto: quattro atlete al via della Setmana ciclista valenciana

Valcar-PBM: ecco le convocate per la Semana Valenciana

Aromitalia - Vaiano: doppio piazzamento in top ten a Montignoso

Presentata la Michela Fanini 2017

Presentato il Team Aromitalia Vaiano Fondriest

Presentazione Trofeo Alfredo Binda e trofeo Da Moreno



Oggi è il compleanno di:


Anne Arnouts
Jessie Maclean
Modesta Vzesniauskaite

Diadora Pasta Zara - Giro delle Fiandre, Olga Zabelinskaya e Shelley Olds nelle top 15


4.4.2011


Giro della Fiandre emozionante fino alla fine. Per non venire meno al suo copione di gara dalle mille sorprese. La seconda prova della Coppa del Mondo 2011 è stata vissuta in prima fila dalle atlete della Diadora-Pasta Zara-Manhattan, che non compaiono nel podio finale, ma sono sempre state tra quelle che hanno movimentato la corsa.
Che non sarebbe stata una giornata “qualsiasi” si è capito già qualche chilometro dopo il via. Ritmo subito velocissimo, come se i Muri non ci fossero stati, come se i Muri non sarebbero mai arrivati. Attacchi e contrattacchi. Avanti così fino a metà gara. Quando parte la fuga buona. Protagoniste l’olandese Sarah Duster e la belga Ludivine Henrion, che prendono un minuto a tutte. Dietro si compatta e tenta di organizzarsi un drappello di 20, tra queste Olga Zabelinskaya e Shelley Olds, le due ragazze della Diadora-Pasta Zara più in forma in questo inizio di stagione. Penultimo giro, Grammont. Primo scossone. Davanti resta, da sola, la Duster. Alle sue spalle un primo gruppo di inseguitrici, con la Zabelinskaya a spingere come un’ossessa. La Olds “retrocede” nel secondo manipolo. A tre chilometri dalla fine, il gruppo di cui fa parte la Olga completa una missione quasi impossibile, agganciando la Duster. C’è ancora lo spazio per un ultimo tentativo. Ci provano, a due chilometri dalla fine, l’olandese Annemiek van Vleuten e la russa Tatiana Antoshina. La prima ha ancora qualcosina in più e va a vincere. La volata per il terzo posto se l’aggiudica Marianne Vos. Olga Zabelinskaya, stremata, è undicesima. Shelley Olds chiude quindicesima, seconda della Diadora-Pasta Zara.

Domani di nuovo in sella. Si corre, sempre in Belgio, il Gran Prix di Dottignies. Quindi, giovedì 7 aprile, in Olanda per il Van Lauwerszee tot Dollard Tou. Giovedì 14 la Drentse 8 e sabato 16 aprile la Ronde van Drenthe, terzo atto della World Cup.

Ufficio Stampa Diadora-PastaZara-Manhattan


Condividi

© 2007 Ciclismo Femminile |