Notizie principali


Elisa Longo Borghini ha vinto le Strade Bianche

Presentazione BePink Cogeas 2017

Megan Guarnier vince il 27° Giro Rosa

A Cittiglio trionfa la campionessa del mondo Elizabeth Armitstead

Presentazione Team Servetto 2016

[Foto] Ciclocross - EKZ CrossTour Meilen

[Foto] Europei 2015 - in linea under 23


Notizie recenti


Valcar - PBM: Marta Cavalli, la caduta e la rinascita

Servetto - Letizia Borghesi in lotta per il successo a Sanremo

Valenciana: BePink Cogeas a segno nella cronometro a squadre

Sfortunato inizio di stagione per la Michela Fanini

Servetto: quattro atlete al via della Setmana ciclista valenciana

Valcar-PBM: ecco le convocate per la Semana Valenciana

Aromitalia - Vaiano: doppio piazzamento in top ten a Montignoso

Presentata la Michela Fanini 2017

Presentato il Team Aromitalia Vaiano Fondriest

Presentazione Trofeo Alfredo Binda e trofeo Da Moreno



Oggi è il compleanno di:


Rochelle Gilmore
Dong Yan Huang
Alison Jackson
Zhao Juan Meng
Alison Powers
Julia Sanchez Parma

Gauss - Edita Pucinskaite ritrova l'oro, Kuchinskaya d'argento


22.7.2010


Due podi in ventiquattrore. Li hanno conquistati Edita Pucinskaite e Elena Kuchinskaya nel Tourigen Tour in Germania. L’ex campionessa del mondo di Verona 1999 ha vinto la seconda tappa recuperando numerose posizioni in classifica: ora è quarta, mentre la Kuchinskaya ieri seconda ricopre la stessa posizione anche nella graduatoria generale. Per il Gs Gauss-rdz-Ormu di patron Luigi Castelli un inizio di Touringen Tour a dir poco fantastico suggellato da due grandi prestazioni. Nel primo giorno di gara la Kuchinskaya è stata seconda dopo aver a lungo dominato la corsa. Per la russa una prestazione maiuscola a conferma della ritrovata combattività: qualità che lascia bene sperare per il resto della corsa teutonica e per l’intera stagione. Anche oggi la graziosa Elena è stata tra le più brave concludendo quinta nella frazione vinta dalla compagna di squadra Edita Pucinskaite. Per quest’ultima tornata alle corse poco prima del Girodonne dopo un rientro ai box prolungato per motivi fisici, un’altra prova da incorniciare a testimonianza della tenacia e delle sue indiscusse qualità tecniche e agonistiche, che le hanno permesso di rimanere ai vertici del ciclismo mondiale per tanti anni.

Edita non vinceva dall’anno scorso quando siglò un’autentica impresa nella seconda tappa del Girodonne conquistando pure la maglia rosa. Il suo ritorno al successo è senza tema di smentita uno spot importante per l’intero movimento del ciclismo femminile e avrà ripercussioni benefiche perché è benvoluta e stimata dal gruppo intero. “Edita voleva a tutti i costi tornare ai massimi livelli dopo le vicissitudini dei mesi scorsi - ha osservato Luisiana Pegoraro -. Ha corso il Girodonne non al top della condizione ma giorno dopo giorno si è ritrovato e ora è tornata a bere nel calice della vittoria. Il suo successo ci inorgoglisce molto e consente al nostro team di rimanere ai vertici del ciclismo mondiale. Davvero un’atleta a tutto tondo l’Edita, da prendere ad esempio perché volitiva e tenace come nessuna al mondo.Per il nostro gruppo sportivo un’altra pagina importante a conferma della bontà del lavoro eseguito negli ultimi anni in perfetta sintonia tra presidenza e organigramma tecnico”.

Ufficio Stampa Angiolino Massolini


Condividi

© 2007 Ciclismo Femminile |