Notizie principali


Elisa Longo Borghini ha vinto le Strade Bianche

Presentazione BePink Cogeas 2017

Megan Guarnier vince il 27° Giro Rosa

A Cittiglio trionfa la campionessa del mondo Elizabeth Armitstead

Presentazione Team Servetto 2016

[Foto] Ciclocross - EKZ CrossTour Meilen

[Foto] Europei 2015 - in linea under 23


Notizie recenti


Valcar - PBM: Marta Cavalli, la caduta e la rinascita

Servetto - Letizia Borghesi in lotta per il successo a Sanremo

Valenciana: BePink Cogeas a segno nella cronometro a squadre

Sfortunato inizio di stagione per la Michela Fanini

Servetto: quattro atlete al via della Setmana ciclista valenciana

Valcar-PBM: ecco le convocate per la Semana Valenciana

Aromitalia - Vaiano: doppio piazzamento in top ten a Montignoso

Presentata la Michela Fanini 2017

Presentato il Team Aromitalia Vaiano Fondriest

Presentazione Trofeo Alfredo Binda e trofeo Da Moreno



Oggi è il compleanno di:


Alexis Ryan
Kamilla Sofie Vallin

A Monzambano sprint regale della tedesca Ina Yoko Teutenberg sotto la pioggia


21.6.2010


La seconda frazione del Giro del Trentino Femminile, come da pronostico, si è decisa in volata. Strepitosa seconda la 19enne trentina Rossella Callovi, che martedì affronterà gli esami di maturità. Al comando della generale c'è sempre la britannica Pooley. Domani l'ultima tappa, da Castel Thun a Cles.


LA CRONACA

Tutto secondo pronostico. O quasi. A decidere la seconda tappa del Giro del Trentino Femminile, come usanza comanda, è stata una volata generale, che ha premiato la potenza esplosiva della tedesca del Team Htc Columbia Ina Yoko Teutenberg (campionessa nazionale in carica), prima sotto il traguardo di Monzambano, in provincia di Mantova, al termine di una frazione caratterizzata da una pioggia battente.

Ma se è vero che la vittoria della tedesca era pronosticabile alla vigilia, altrettanto non si può dire del secondo posto della trentina Rossella Callovi, 19enne portacolori della Vecchia Fontana Padova e campionessa mondiale junior 2009 che - precisazione che conferisce un valore aggiunto alla prova della giovane promessa delle due ruote azzurre – è stata capace di mettersi alle spalle fior fior di campionesse, tra le quali la tedesca della Cervelo Test Team Claudia Hausler, terza e dunque bruciata dal colpo di reni della Callovi.

Quella odierna doveva essere la tappa più “morbida” della diciassettesima edizione della corsa organizzata dalla Polisportiva Faedo di “patron” Jury Tiengo, ma a renderla dura ci ha pensato la pioggia battente. A Riva del Garda, perla del Lago di Garda (sponda trentina), c'era il sole ad attendere le atlete.

Sole che, però, ha subito fatto spazio a minacciose nuvole ed alla pioggia, che ha accompagnato le atlete pressoché per tutti i 111 chilometri della seconda frazione.
Pronti-via e la strada, dopo il passaggio da Torbole, ha iniziato subito a salire verso Passo San Giovanni, Gpm di seconda categoria che ha visto transitare il gruppo ancora compatto, con Judith Arndt (Team Columbia), Emma Pooley (Cervelo Test Team) ed Eleonora Frapporti (Vaiano) a transitare nell'ordine.

A quel punto, la carovana ha proseguito la propria corsa verso la Vallagarina, con transito da Mori ed Avio, con successivo rientro sulla litoranea gardesana orientale in prossimità di Lazise, a precedere il finale ondulato, col circuito che prevedeva un passaggio intermedio sotto la linea d’arrivo nel cuore di Monzambano, in via Umberto I, ed il doppio Gpm di terza categoria in località Olfino (il primo vinto da Elena Berlato della Fassa Bortolo Ghezzi, il secondo dalla sua compagna di squadra Valentina Carretta).

Col passare dei chilometri, al comando è rimasto un gruppetto di una cinquantina di unità, rimasto compatto fino al triangolo dell'ultimo chilometro nonostante il tentativo della veronese Eleonora Patuzzo (Safi Pasta Zara) al primo passaggio sulla linea d'arrivo (a 15 km dal termine) e quello della coppia composta dalla tedesca Claudia Hausler (Cervelo) e dalla vicentina Elena Berlato (Fassa Bortolo Ghezzi) a sette chilometri dal traguardo.

A decidere la corsa, quindi, è stato il classico sprint, con Ina Teutenberg brava a prendere la testa del gruppo ed a lanciare la volata lunga, prima con dieci metri di vantaggio sulla sorprendente trentina Rossella Callovi, che ha bruciato la tedesca Hausler (terza) e Giorgia Bronzini, quarta.
Al comando è rimasta saldamente la britannica Emma Pooley. Seconda Alessandra D'Ettorre a 2'53”, seguita al terzo posto da Eva Lechner, col medesimo ritardo dalla leader.

Oggi si chiude con l'ultima tappa, tutta in Val di Non: 72 chilometri di gara, con partenza alle 14.45 da Castel Thun ed arrivo a Cles attorno alle 16.40.

ORDINE D'ARRIVO 1.a TAPPA

1. Ina Teutebnerg (Ger, Team Htc Columbia) in 2h52'54”; 2. Rossella Callovi (Ita, Vecchia Fontana Padova) st; 3. Claudia Hausler (Ger, Cervelo Test Team) st; 4. Giorgia Bronzini (Ita, Gauss Orz Ormu) st; 5. Trixi Worrack (Ger, Noris Cycling) st; 6. Eleonora Patuzzo (Ita, Safi Pasta Zara); 7. Eva Lechner (Ita, Rappresentativa Alto Adige) st; 8. Alessandra D'Ettorre (Ita, Fassa Bortolo Ghezzi) st; 9. Monia Baccaille (Ita, Team Valdarno) st; 10. Judith Arndt (Ger, Team Htc Columbia) st.

CLASSIFICA GENERALE

1. Emma Pooley (Cervelo Test Team) in 1h09'17”; 2. Alessandra D'Ettorre (Top Girls Fassa Bortolo Ghezzi) a 2'53”; 3. Eva Lechner (Team Alto Adige) a 2'53”; 4. Sylvia Kapusta (Safi Pasta Zara) a 2'53”; 5. Julia Martisova (Gauss Rdz Ormu) a 2'53”; 6. Judith Arndt (Team Htc Columbia) a 2'58”; 7. Trixi Worrack (Noris Cycling) a 3'19”; 8. Eleonora Patuzzo (Safi Pasta Zara) a 3'19”; 9. Claudia Hausler (Cervelo Test Team) a 3'19”; 10. Elena Berlato (Fassa Bortolo Ghezzi) a 3'19”.

LE MAGLIE

Maglia fucsia “Trentino” – leader classifica generale: Emma Pooley (Cervelo Test Team)
Maglia bianca “Bancafideuram” - leader classifica giovani: Elena Patuzzo (Safi Pasta Zara Manatthan)
Maglia verde “Bancafideuram” - leader classifica Gpm: Emma Pooley (Cervelo Test Team)
Maglia azzurra “Coop – Famiglia Cooperativa” - leader classifica a punti: Ina Yoko Teutenberg

Ufficio Stampa - Alberto Rigamonti


Condividi

© 2007 Ciclismo Femminile |