Notizie principali


Elisa Longo Borghini ha vinto le Strade Bianche

Presentazione BePink Cogeas 2017

Megan Guarnier vince il 27° Giro Rosa

A Cittiglio trionfa la campionessa del mondo Elizabeth Armitstead

Presentazione Team Servetto 2016

[Foto] Ciclocross - EKZ CrossTour Meilen

[Foto] Europei 2015 - in linea under 23


Notizie recenti


Valcar - PBM: Marta Cavalli, la caduta e la rinascita

Servetto - Letizia Borghesi in lotta per il successo a Sanremo

Valenciana: BePink Cogeas a segno nella cronometro a squadre

Sfortunato inizio di stagione per la Michela Fanini

Servetto: quattro atlete al via della Setmana ciclista valenciana

Valcar-PBM: ecco le convocate per la Semana Valenciana

Aromitalia - Vaiano: doppio piazzamento in top ten a Montignoso

Presentata la Michela Fanini 2017

Presentato il Team Aromitalia Vaiano Fondriest

Presentazione Trofeo Alfredo Binda e trofeo Da Moreno



Oggi è il compleanno di:


Elisa Longo Borghini
Rutar Tjasa

Emma Pooley fa suo anche il Giro del Trentino


21.6.2010




La regina del 17° Giro del Trentino Femminile è la scalatrice britannica Emma Pooley (Cervélo TestTeam), che ha ipotecato il successo finale grazie alla vittoria in solitaria nella prima e più impegnativa tappa del Trentino. Vittorie di tappa anche per la velocista tedesca Ina Teutenberg (HTC Columbia) e per la brillante veronese Eleonora Patuzzo (Safi Pasta Zara).

La prima tappa (Trento-Appiano di 75 chilometri) proponeva come piatto forte di giornata la scalata della Mendola. L'azione principale di giornata viene promossa al chilometro 22 dalla varesina Noemi Cantele alla cui ruota si porta immediatamente la britannica Emma Pooley. Quest'ultima prende ben presto in mano la corsa imponendo un ritmo asfissiante a cui la Cantele riesce a resistere a fatica: agilissima ed efficace la pedalata di Emma, più legnosa quella di Noemi. Il gruppone delle inseguitrici, circa 40 unità, prosegue a ritmo piuttosto blando e così il vantaggio delle due battistrada raggiunge velocemente i due minuti. In testa è ormai solo Emma a tirare e ad un certo punto anche la pur coraggiosa Noemi Cantele deve arrendersi alla scatenata britannica. In cima al passo della Mendola il suo vantaggio è di 4 minuti sulla Cantele e 4:30 sul resto del gruppo. Com'era prevedibile la Pooley perderà del terreno in discesa conservando un vantaggio ancora notevole, quasi tre minuti, su un piccolo gruppetto di contrattaccanti. Vittoria in solitaria per la piccola ed eccezionale scalatrice britannica e podio completato dall'aquilana Alessandra d'Ettorre (Top Girls Fassa Bortolo Ghezzi) e dalla campionessa lituana Rasa Leleivyte (Safi Pasta Zara). Da segnalare l'ottimo sesto posto della regionale di tappa Eva Lechner (Rappresentativa Alto Adige).



La seconda tappa (Riva del Garda-Monzambano di 111 chilometri) non prevedeva grandi difficoltà altimetriche e suggeriva chiaramente un arrivo in volata. Così è stato, anche se la frazione si è rivelata abbastanza selettiva a causa del forte maltempo abbattutosi sulla regione poco dopo l'inizio della corsa. Pioggia dapprima debole e poi a tratti torrenziale fin verso Monzambano dove era previsto un piccolo circuito conclusivo. Molto attiva nel finale di corsa la veronese Eleonora Patuzzo (a fine tappa conquisterà la maglia bianca di miglior giovane), più volte all'attacco, ma alla fine sempre riassorbita dal gruppo principale. Sul rettilineo d'arrivo posto in leggera salita è volata a ranghi ristretti dominata dalla miglior velocista al mondo, la tedesca Ina Teutenberg (Htc Columbia). Seconda, piacevole sorpresa di giornata, la campionessa del mondo junior in carica Rossella Callovi (Vecchia Fontana Padova) capace di mettersi alle spalle atlete delle spessore di Claudia Häusler (Cervélo TestTeam), Giorgia Bronzini (Gauss Orz Ormu) e Trixi Worrack (Noris Cycling). Maturità ciclista a quanto pare già raggiunta e maturità scolastica da conquistare questo martedì dalla simpatica trentina di Termon Rossella Callovi.





Ancora pioggia e pure freddo pungente in occasione della terza ed ultima tappa del Giro del Trentino. In programma 72 chilometri piuttosto duri tra Ton/Castello di Thun e Cles. Sugli scudi un'altra giovane italiana, pure lei già campionessa del mondo junior nel 2007, la veronese di Bovolone Eleonora Patuzzo, confermatasi ad altissimi livelli dopo l'ottima recente Emakumeen Bira in Spagna. In conclusione di una frazione movimentata, la portacolori della Safi Pasta Zara è riuscita ad anticipare sul traguardo di Cles le due tedesche Judith Arndt e Claudia Häusler. Nel gruppo delle immediate inseguitrici anche la maglia fucsia della leader Emma Pooley, vincitrice quindi di questa vivace 17esima edizione del Giro del Trentino.



Il Giro Donne è ormai alle porte, ed una delle più attese protagoniste per la corsa rosa ha dimostrato anche su queste strade di godere di ottima salute. Lei ripete che sarà Claudia ad essere la leader in casa Cervélo per il Giro; alla fine speriamo sia la strada a determinare le gerarchie di squadra, come è giusto che sia. Claudia ha cominciato tardi la preparazione quest'anno ed è in continua e costante crescita, ciò che la dovrebbe portare al top proprio in occasione del Giro. Emma è da metà aprile che va fortissimo e da quel momento in poi ha conquistato Freccia Vallone, Grand Prix de Suisse, Grand Prix Elsy Jacobs, Tour de l'Aude ed ora pure il Trentino. Riuscirà a mantenere questa condizione anche al Giro? Sarà veramente Claudia Häusler la leader in casa Cervélo od entrambe avranno i gradi di capitana? Sarà ancora l'americana Mara Abbott l'unica avversaria in grado di tenere in salita il passo di Emma Pooley? Quali altri atlete potranno lottare per la rosa? Per rispondere a tutte queste domande appuntamento ad una decina di giorni, per la precisione al prossimo 2 luglio quando decollerà questo ormai attesissimo Giro d'Italia Femminile con la tappa Muggia-Trieste.

Le foto della prima tappa
Le foto della seconda tappa
Le foto della terza tappa





Condividi

© 2007 Ciclismo Femminile |