Notizie principali


Elisa Longo Borghini ha vinto le Strade Bianche

Presentazione BePink Cogeas 2017

Megan Guarnier vince il 27° Giro Rosa

A Cittiglio trionfa la campionessa del mondo Elizabeth Armitstead

Presentazione Team Servetto 2016

[Foto] Ciclocross - EKZ CrossTour Meilen

[Foto] Europei 2015 - in linea under 23


Notizie recenti


Valcar - PBM: Marta Cavalli, la caduta e la rinascita

Servetto - Letizia Borghesi in lotta per il successo a Sanremo

Valenciana: BePink Cogeas a segno nella cronometro a squadre

Sfortunato inizio di stagione per la Michela Fanini

Servetto: quattro atlete al via della Setmana ciclista valenciana

Valcar-PBM: ecco le convocate per la Semana Valenciana

Aromitalia - Vaiano: doppio piazzamento in top ten a Montignoso

Presentata la Michela Fanini 2017

Presentato il Team Aromitalia Vaiano Fondriest

Presentazione Trofeo Alfredo Binda e trofeo Da Moreno



Oggi è il compleanno di:


Ana Maria Covrig
Line Foss
Sylwia Kapusta

Gran Premio di Cornaredo: apertura stagionale dedicata alle ruote veloci del gruppo


25.1.2010


Definito nei dettagli lo spettacolare circuito che aprirà nell’hinterland milanese la stagione italiana: centoventi chilometri totali con dodici giri del tracciato cittadino


Saranno le strade dell’hinterland milanese ad accogliere la carovana del ciclismo femminile internazionale che aprirà la stagione ciclistica italiana del 2010. Il Gran Premio di Cornaredo, in programma domenica 7 marzo, sarà infatti il primo atto sulle strade italiane riservato alla massima categoria femminile, le Elite. Un appuntamento che ritorna con la seconda edizione e dopo un anno di assenza. La Wes Bike Team ben coordinata da Walter Zini e dai suoi collaboratori, con il patrocinio ed il pieno sostegno dell’Amministrazione Comunale di Cornaredo e l’Assessorato allo Sport, prosegue nel lavoro di organizzazione ed allestimento di quella che, sulla carta, dovrebbe essere una corsa destinata ad esaltare le doti delle velociste.

“La corsa si svilupperà su un circuito di dodici chilometri da ripetere dieci volte per complessivi centoventi chilometri. Decisamente privo di significative asperità –precisa Walter Zini, promotore dell’evento – ed è disegnato per lo più lungo le vie e le piazze di Cornaredo, con interessamento anche dei territori comunali di Pregnana Milanese e Rho. Come accadde quando ospitammo il Giro d’Italia Femminile nel 2007, il circuito cittadino si rivelò comunque tecnicamente valido ed interessante perché ricco di curve e, di conseguenza, di continui cambi di ritmo che obbligano le ragazze ad un continuo rilancio”. Da un punto di vista tecnico dunque la corsa, nel suo svolgimento, dovrebbe veder favorite le atlete dotate di maggior esperienza: “Sicuramente è una corsa, per come è stata disegnata, che andrà interpretata con molta attenzione, stando nelle prime posizioni e curando con particolare riguardo eventuali allunghi e tentativi di fuga – prosegue Zini – che in passato hanno animato non poco le fasi intermedie di corsa”. Mentre il finale, salvo sorprese che potrebbero rendere ancora più incerto l’esito conclusivo, è dedicato alle ruote veloci: “Certamente sono favorite le ragazze dotate di buon spunto, ma non è detto –conclude Zini – che sulla linea d’arrivo si possa presentare il gruppo a ranghi totalmente compatti. Nelle due edizioni precedenti non arrivò mai il gruppo intero a lanciare lo sprint. Nel 2007 la Arndt fece un finale spettacolare allungando all’ultimo chilometro e tenendo qualche metro sino alla fettuccia. Mentre nel 2008 arrivarono sei ragazze a giocarsi la corsa. Certo è che anche in un gruppetto la favorita è la più veloce”.

L’analisi tecnica di un direttore sportivo di lungo corso come Walter Zini mette dunque in prima fila le velociste, pur senza escludere possibili soluzioni alternative. Una corsa vivace, tutta da vivere in un contesto agonistico come quello di inizio stagione con le squadre e le atlete pronte a sfidarsi su ogni terreno. Anche su quello pianeggiante e veloce di Cornaredo.

Parallelamente all’area tecnica, è impegnata anche la segreteria di gara per quanto riguarda la composizione della start list al via della corsa lombarda: “Avremo tutte le squadre italiane al completo – precisa in merito Zini – e ci stiamo concentrando per completare lo schieramento delle equipe straniere, con un’assai probabile rappresentanza di buon livello ed atlete di primo piano del panorama internazionale”.

Ad affiancare la Wes Bike Team nell’impegnativo assetto organizzativo sono fattivamente presenti la dirigenza ed il collettivo del Gruppo Sportivo Bareggese, sodalizio assai conosciuto in ambito giovanile e presieduto da Maria Tunesi.

foto Fabiano Ghilardi www.photodecola.it





Condividi

© 2007 Ciclismo Femminile |