Notizie principali


Elisa Longo Borghini ha vinto le Strade Bianche

Presentazione BePink Cogeas 2017

Megan Guarnier vince il 27° Giro Rosa

A Cittiglio trionfa la campionessa del mondo Elizabeth Armitstead

Presentazione Team Servetto 2016

[Foto] Ciclocross - EKZ CrossTour Meilen

[Foto] Europei 2015 - in linea under 23


Notizie recenti


Valcar - PBM: Marta Cavalli, la caduta e la rinascita

Servetto - Letizia Borghesi in lotta per il successo a Sanremo

Valenciana: BePink Cogeas a segno nella cronometro a squadre

Sfortunato inizio di stagione per la Michela Fanini

Servetto: quattro atlete al via della Setmana ciclista valenciana

Valcar-PBM: ecco le convocate per la Semana Valenciana

Aromitalia - Vaiano: doppio piazzamento in top ten a Montignoso

Presentata la Michela Fanini 2017

Presentato il Team Aromitalia Vaiano Fondriest

Presentazione Trofeo Alfredo Binda e trofeo Da Moreno



Oggi è il compleanno di:


Mirjam Muckenhuber
Loren Rowney

Edita Pucinskaite News: comunicato 1/2007


31.1.2007




La stagione 2007 è ormai lanciata verso il proprio inizio che, come ogni anno, si terrà nel continente Australe con una breve corsa a tappe subito seguita dalla prima prova di Coppa del Mondo, un inizio di stagione quindi subito impegnativo .

Edita partirà per l'Australia il prossimo 19 febbraio. Adesso è rientrata dalla Spagna, nella propria abitazione di Monsummano Terme ed ha ripreso ad allenarsi sui propri percorsi. La settimana appena conclusa inoltre è stata ricca di soddisfazione per l'atleta Monsummanese che è stata premiata, nel corso delle annuali consegne del "Pegaso" dal Presidente della regione Toscana, Martini. Il riconoscimento è stato ritirato dal coniuge e direttore sportivo, Roberto Rossi, visto che l'atleta al momento si trovava a Maiorca con la propria formazione.Ma sentiamo dalla voce dell'atleta come vede l'inizio di questo anno:

D. Come stai Edita, tutto procede bene?
R. Direi di sì, sono veramente soddisfatta, sia del mio nuovo Team, che del mio attuale stato di forma, il lavoro svolto in Spagna è stato proficuo. Anche se, è bene precisarlo subito, la migliore Edita la vedrete, al solito da maggio in poi.

D. Una definizione della tua nuova squadra
R. Professionale ai massimi livelli, nulla è lasciato al caso

D. Ma perché, se adesso ce lo puoi confessare, sei andata in una squadra straniera?
R. Per sfida, per curiosità, per misurarmi con me stessa, scegli pure Tu la risposta che più Ti piace, sono tutte giuste. Da diverse stagioni vedevo la "Nurbeerger Versicherung" come una delle migliori squadre mondiali, ben organizzata e molto ambiziosa . Per questo motivo quando l'anno scorso mi hanno contattato non ho saputo resistere. La decisione comunque non è stata facile, anche perché nella mia vecchia squadra mi trovavo bene, ed ho lascito un bel gruppo, però dentro di me la spinta al cambiamento era troppo forte.

D. Problemi con la lingua?
R. Certo non è facile il Tedesco, per mia fortuna l'avevo studiato un po' a scuola, così che non sono proprio a digiuno, come anche in questo campo stò migliorando, conto di essere, "quasi" pronta per il debutto stagionale.

D. I tuoi obiettivi per la stagione?
R. Al solito, un occhio di riguardo per le corse a tappe, ed in particolare per il Giro d'Italia, anche se quest'anno terrei a fare particolarmente bene ai Campionati del Mondo in Germania.

D. Nella settimana appena passata hai ricevuto un ambito riconoscimento, vero?
R: Si, è vero, è la seconda volta che ricevo un premio così importante, la prima dopo la vittoria del Giro d'Italia (agosto 2006) quando ho ricevuto dal Presidente del Consiglio Regionale, Riccardo Nencini il "Fiorino d'Argento", ed adesso questo importante premio, una medaglia raffigurante il "Pegaso Alato" datami dal Presidente della Regione Toscana. Belle soddisfazioni di cui sono orgogliosa.

D. E per il futuro post gare?
R. Per adesso non mi pongo il problema, conto di arrivare senz'altro fino alle Olimpiadi di Pechino 2008, dopo vedremo, dipenderà dalle circostanze. In caso contrario mi piacerebbe rimanere nel settore sportivo, magari in ambito giornalistico, settore in cui già stò in parte operando, collaborando da anni con una rivista mensile del settore, cosa tra l'altro, che mi a permesso di ottenere l'iscrizione all'Albo dei Giornalisti.

D. Allora possiamo chiamarti collega?
R. Non esageriamo, ho ancora molta strada da fare in questo settore, certo che l'aver vissuto in prima persona emozioni che solo lo sport agonistico può dare, mi aiuta a capire forse meglio alcune situazioni.

Ufficio stampa - Edita Pucinskaite


Condividi

© 2007 Ciclismo Femminile |